Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Nota 7 agosto 1997, protocollo n.5047

Accesso ai corsi di laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria. Medicina Veterinaria nell'a.a. 1997/98.


Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Università e della Ricerca


IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO PROF. LUCIANO GUERZONI
Protocollo: n.5047
Roma, 7 agosto 1997

Ai Rettori delle Università
Ai Presidi delle Facoltà di Medicina e
Chirurgia e di Medicina Veterinaria
Loro Sedi

Oggetto: Accesso ai corsi di laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria. Medicina Veterinaria nell'a.a. 1997/98.

In data 15 luglio 1997, prot. n. 5047, è stata diramata agli atenei una nota sulle prove di ammissione ai corsi di laurea dell'area sanitaria.
Di seguito vengono riprodotte le parti della nota contenenti informazioni di carattere generale.



DIPARTIMENTO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI
UFFICIO II  

Facendo seguito alla nota n.106 del 2 luglio u.s. si comunica che sono stati definiti i contenuti generali della prova e le conseguenti modalità di effettuazione della stessa, che qui di seguito si riportano:

      - Sarà cura del Ministero predisporre un questionario di 90 domande a scelta multipla

(...)

      Al fine di fornire un quadro di riferimento univoco per lo svolgimento della prova, si indicano le seguenti modalità:

- la prova, che avrà inizio e termine alla medesima ora in tutto il territorio nazionale, è fissata dalle ore 11,00 alle ore 14,00 dei giorni prestabiliti per ciascun corso di laurea:
- Medicina Veterinaria 10 settembre
- Medicina e Chirurgia 11 settembre
- Odontoiatria e Protesi Dentaria 12 settembre


-è fatto divieto al candidato di tenere con sé, durante la prova, borsa o zaini, libri o appunti, carta, telefoni cellulari e altri strumenti elettronici;

- è fatto obbligo al candidato di rimanere nella sede di esame fino alla scadenza del tempo della prova.

      I criteri di valutazione della prova, di cui al D.M. di limitazione agli accessi, sono:

voto riportato negli esami di maturità:
0,4 punti per ogni punto di voto, a partire da 36 incluso;

voto della prova
1 punto per ogni risposta esatta
0 punti per schede irregolari, domande senza risposta, risposte sbagliate.

distinzione degli ex aequo
si provvederà alla estrazione, in ciascuna sede d'esame, di una lettera dell'alfabeto che stabilisca l'inizio della sequenza alfabetica per individuare, tra i candidati a parità di punteggio, la precedenza nella graduatoria.

      Per garantire un'adeguata informazione agli aspiranti, si ritiene utile di anticipare, già nei bandi predisposti dagli Atenei per l'ammissione ai singoli Corsi di laurea, i settori che formeranno oggetto della prova, individuati tenuto conto della esperienza maturata da vari anni:

a) Matematica, Fisica, Chimica, Biologia e Capacità logiche e di interpretazione di testi per i Corsi di laurea in Medicina e Chirurgia e Medicina Veterinaria;
b) Matematica, Fisica, Chimica e Biologia per il Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria.

      Si richiama, infine, l'attenzione sulla circostanza che la prova, pur avendo una uniformità di contenuti, è rimessa alla gestione e alla responsabilità degli Atenei che ne cureranno lo svolgimento in piena autonomia, sulla base della ormai ben nota e consolidata esperienza maturata in ciascuna sede.

Il Sottosegretario di Stato per l'Università
f.to Prof. Luciano Guerzoni 
 


 

(Il Sottosegretario di Stato per l'Università Prof. Luciano Guerzoni)