Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Nota 25 febbraio 1998

Bando di gara per trattativa privata finalizzata alla stipula di convenzioni concernenti l' istruttoria e la gestione di interventi agevolativi nel settore della ricerca, a valere sui fondi della legge 19/12/1992, n. 488


Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Università e della Ricerca


DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E IL POTENZIAMENTO DELL'ATTIVITA' DI RICERCA
Roma, 25 febbraio 1998
Oggetto: Bando di gara per trattativa privata finalizzata alla stipula di convenzioni concernenti l' istruttoria e la gestione di interventi agevolativi nel settore della ricerca, a valere sui fondi della legge 19/12/1992, n. 488

1. Amministrazione appaltante: Ministero dell' Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, Dipartimento per lo Sviluppo ed il Potenziamento dell' Attività di Ricerca, P.zza Kennedy, 20 - 00144 ROMA - Tel 59.911. 
2. Categoria del servizio: servizi bancari, finanziari e tecnici, C.P.C., ex 81, 812, 814, 867. 

3. Natura della prestazione: servizi relativi agli adempimenti per l' istruttoria e la gestione degli interventi agevolativi disciplinati dal D.M. 23/10/97 n. 629, registrato alla Corte dei Conti il 19 /11/97 al registro n.1 Università e ricerca, foglio n. 192, e relativa modulistica, nonché degli ulteriori interventi nel settore della ricerca previsti dagli strumenti di programmazione negoziata a valere sui fondi della legge 19/12/1992, n.488. 

4. Luogo di esecuzione: presso la sede dell' aggiudicatario e nelle aree economicamente depresse di cui all' art. 1 della legge n. 104/95. 

5. Prestatore del servizio: banche, società di servizi controllate ex art. 2359 C.C. da una o più banche: singolarmente o in forma associata. La partecipazione dei soggetti singolarmente o in forma associata è limitata ad una sola proposta. 

6. L' eventuale utilizzo da parte del soggetto proponente di strutture esterne, per l' esecuzione parziale di attività di servizio, è regolato dall' articolo 18 del decreto legislativo n. 157/95. 

7. Cauzione: l' Amministrazione, a garanzia dell' adempimento degli obblighi contrattuali, richiederà, in sede di stipula della Convenzione, una cauzione di cinquecento milioni di lire, da costituirsi in Titoli di Stato o di primarie banche, ovvero mediante fidejussione bancaria. 

8. Durata delle convenzioni: cinque anni rinnovabili. 

9. Forma giuridica dei concorrenti - banche di cui all' art. 14, comma 1, lettera a) del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385; società di servizi costituite sotto la forma giuridica di società per azioni controllate da banche; consorzi o associazioni temporanee di impresa costituite dai soggetti sopraindicati. 
Sono ammessi anche i sopraindicati soggetti che trasmettano idonea dichiarazione di impegno a costituirsi in consorzio o associazioni temporanee di impresa al momento dell'eventuale affidamento del servizio. 

10a. Motivazione del ricorso alla procedura accelerata: rapida attivazione degli strumenti di intervento nelle aree economicamente depresse. 

10b.Termine per la presentazione delle domande di partecipazione: le domande dovranno pervenire, in lingua italiana, all' indirizzo di cui al punto 1 (Piano I° - Stanza 114) entro le ore 18,00 del 20 marzo 1998. 

11. Gli inviti per la presentazione delle offerte per la trattativa privata saranno spediti entro quindici giorni dal termine di cui al punto 10 b).

12. Requisiti e condizioni minime per la presentazione delle domande di partecipazione: 
 

a) assenza delle cause di esclusione indicate alle lettere a), b), c), d), e) ed f) dell' art. 11, comma primo, del Decreto legislativo 24 luglio 1992, n. 358; 
b) iscrizione all' albo o, per le società di servizi, nell' elenco, rispettivamente previsti negli artt. 13 e 106 del Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385; 

c) abilitazione Banca d'Italia per finanziamenti a medio e lungo termine alle imprese oltre il 20% della raccolta complessiva: nel caso di banche con sede in altro Stato comunitario, si farà riferimento all'effettiva attività di finanziamento a medio e lungo termine effettuata nell'ultimo biennio; per i consorzi e le associazioni temporanee di impresa, nonché per i soggetti che si sono impegnati a costituirsi in tali forme, tale requisito deve essere rispettato da almeno uno dei soggetti; 

d) esperienza almeno triennale su finanziamenti a medio e lungo termine finalizzati ad attività produttive per almeno il 20 % della raccolta complessiva; per i consorzi e le associazioni temporanee di impresa, nonché per i soggetti che si sono impegnati a costituirsi in tali forme, tale requisito deve essere rispettato da almeno uno dei soggetti. 

e) struttura organizzativa stabile ed adeguata alle prestazioni di valutazione tecnico-economica e finanziaria delle iniziative, nonché alla successiva gestione degli interventi; 

f) presenza con dipendenze, filiali o uffici nelle aree di cui al precedente punto 4, anche attraverso le banche partecipanti e/o partecipate. Per le banche, il possesso dei requisiti di cui ai punti a), b) e c), è attestato mediante autocertificazione sottoscritta dal legale rappresentante. Per le società di servizi, il possesso dei requisiti di cui ai punti a) e b) è attestato mediante autocertificazione sottoscritta dal legale rappresentante mentre il possesso del requisito di cui al punto c) è attestato mediante autocertificazione sottoscritta dai legali rappresentanti delle banche controllanti. Nel caso di società di servizi, i requisiti di cui ai punti c), d) ed f) devono essere posseduti da almeno una delle banche partecipanti. I requisiti di cui ai punti d), e) ed f) sono evidenziati mediante relazione del legale rappresentante della banca; nel caso di società di servizi detta relazione è sottoscritta dal legale rappresentante della società e dai legali rappresentanti delle banche partecipanti. In sede di relazione devono essere altresì esplicitate eventuali esperienze di finanziamenti nel settore della ricerca e/o innovazione tecnologica; in assenza di tali esperienze, i soggetti proponenti potranno indicare le modalità che intendono adottare per favorire, con interventi diretti, le iniziative riguardanti la ricerca. 
Nel caso di consorzi o associazioni temporanee di imprese i requisiti di cui ai punti a) e b) devono essere posseduti da tutti i soggetti partecipanti; la relazione di cui ai punti d) e) ed f) è sottoscritta dal legale rappresentante del consorzio o del mandatario dell' associazione temporanea d' impresa, ovvero dai legali rappresentanti di tutti i soggetti partecipanti al consorzio o all'associazione temporanea d'impresa, se in via di costituzione. 
 

13. Procedure di aggiudicazione: trattativa privata ai sensi dell' art. 7, comma 1, lettere b) e c) del Decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 157, tenuto conto della peculiare natura del servizio, dell' impossibilità di fissare specifiche di appalto sufficientemente precise nonché della impossibilità di predeterminare un prezzo complessivo anche stimato. 
14. Modalità di selezione: le domande di partecipazione, previa verifica da parte dell' Amministrazione della sussistenza dei requisiti di cui al precedente punto 12, saranno valutate da una commissione nominata con decreto del Ministro dell' Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica che, sulla base dei criteri di cui al successivo punto 15, redige una graduatoria per la selezione dei soggetti da invitare alla presentazione delle offerte ai fini della successiva trattativa privata. 

15. Criteri di selezione: la graduatoria di cui al precedente punto 14 sarà effettuata sulla base del punteggio attribuito a ciascuna domanda secondo i seguenti criteri: 
- struttura tecnica: alle domande presentate da soggetti che direttamente, o attraverso i soggetti partecipanti e/o partecipati, dispongono di strutture tecnico-organizzative destinate adeguate sarà attribuito un punteggio fino a 20; 
- esperienza specifica: alle domande presentate da soggetti che hanno già operato nel campo dei finanziamenti alla ricerca e/o all' innovazione tecnologica, o che indichino le modalità che intendono adottare per favorire, con interventi diretti, le iniziative riguardanti la ricerca, sarà attribuito un punteggio fino a 15; 
- diffusione sul territorio: alle domande presentate da soggetti che assicurino la presenza distribuita di strutture operative nelle aree di cui al punto 4 sarà attribuito un punteggio fino a 10; 
- proponente: alle domande presentate da soggetti costituiti in consorzi o associazioni temporanee di impresa sarà attribuito un punteggio fino a 5 . 

16. L' Amministrazione inviterà i primi dieci soggetti della graduatoria a presentare le relative offerte ai fini della trattativa privata. 

17. Criteri di aggiudicazione: l' Amministrazione affiderà, tramite convenzione, la prestazione del servizio a tutti i soggetti invitati di cui al punto 16, che si adegueranno al prezzo più basso offerto. 

18. Data dell' invio del bando all' Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità Europee: 20 gennaio 1998. 

19. Data di ricevimento del bando da parte dell' Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità Europee : 20 gennaio 1998.

(f.to IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO  Prof. Paolo Mario Fasella) 
 




Pubblicato nel Foglio inserzioni n. 30 della Gazzetta Ufficiale del 6.2.1998  
così come modificato con decreto 679 del 23.2.1998 pubblicato nel Foglio 
inserzioni n. 46 del 25.2.1998 (le modifiche sono esposte in corsivo rosso)