Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Ministeriale 10 luglio 1998
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 giugno 1998 n. 143

Programmazione delle immatricolazioni all'anno accademico 1998/99 - Facoltà di Medicina Veterinaria

Emblema Repubblica Italiana
Il Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica

Dip. Autonomia Universitaria e Studenti - Ufficio II


VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168 e, in particolare l'art.6;

VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341 e, in particolare, l'art. 9, così come modificato dall'art. 17, commi 116 e 119 della legge 15 maggio 1997, n. 127;

VISTA la Direttiva Comunitaria 78/1027 in tema di standard formativi di accesso alla professione, secondo la quale il numero massimo degli studenti iscrivibili, sulla base delle strutture e dell'organico del personale docente e non docente è di 150 unità;

CONSIDERATE le visite ispettive effettuate in varie sedi universitarie dalla Commissione Europea di valutazione al fine di verificare l'adeguatezza della didattica, degli organici e delle strutture secondo quanto richiesto dalla succitata Direttiva Comunitaria 1027/78;

VISTO il Regolamento n.245 del 21 luglio 1997, pubblicato sulla G.U. del 29 luglio 1997 recante norme in materia di accessi all'istruzione universitaria e, in particolare l'art.4, commi 2 lettera a) e 4, nonché l'art.5, comma 4;

VISTA la legge 6 marzo 1998, n.40 e, in particolare l'art.37, comma 5;

SENTITA la Conferenza dei Presidi della Facoltà di Medicina Veterinaria;

VISTE le potenzialità formative segnalate dalle singole Università a seguito della richiesta MURST del 16 marzo 1998;


DECRETA:


Art. 1 - Per l'anno accademico 1998/99, il numero dei posti disponibili a livello nazionale per le immatricolazioni ai corsi di laurea in Medicina Veterinaria è fissato in 1438 per gli studenti comunitari e extracomunitari residenti in Italia di cui all'art.37, comma 5 della legge n.40/1998 e 70 per gli studenti extracomunitari residenti all'estero, sulla base del contingente fissato dalle singole sedi universitarie ed è ripartito tra le Università secondo la Tabella allegata, che costituisce parte integrante del presente decreto.


Art. 2 - Le Università statali provvedono all'ammissione degli studenti con procedura concorsuale effettuata mediante una prova svolta lo stesso giorno in tutte le sedi e consistente in una serie di domande a scelta multipla definite in sede nazionale.


Art. 3 - Una Commissione di valutazione presso ciascuna sede, provvede alla valutazione della prova secondo i seguenti criteri:
voto riportato negli esami di maturità
0,4 punti per ogni punto di voto a partire da 36 incluso
voto della prova
1 punto per ogni risposta esatta
0 punti per schede irregolari, domande senza risposta, risposte sbagliate
distinzione degli ex aequo
si provvede alla estrazione in ciascuna sede di esame, di una lettera dell'alfabeto che stabilisca l'inizio della sequenza alfabetica per individuare, tra i candidati a parità di punteggio, la precedenza nella graduatoria.


Art. 4 - Ciascuna Università dispone l'ammissione degli studenti in base alla graduatoria di merito nei limiti dei posti messi a concorso.
Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

TABELLA

FACOLTA' DI MEDICINA VETERINARIA
Università Posti comunitari ed extracomunitari ex lege n. 40/ 98 - art. 37 - comma 5 Posti riservati a studenti stranieri extracomunitari che non rientrano nella previsione dell'art. 37 L. 40 Totale posti
BARI 135 5 140
BOLOGNA 150 10 160
CAMERINO 60 6 66
MESSINA 100 100
MILANO 190 5 195
NAPOLI " Federico II" 130 5 135
PADOVA 68 2 70
PARMA 115 5 120
PERUGIA 110 12 122
PISA 90 10 100
SASSARI 80 80
TERAMO 90 90
TORINO 120 10 130
TOTALE 1438 70 1508



Roma, 10 luglio 1998

(f.to IL MINISTRO BERLINGUER)