Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Nota 22 giugno 1999, protocollo n.4467/99

Prova unica nazionale ammissione corsi ad accesso limitato


Emblema Repubblica Italiana


DIPARTIMENTO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI UFFICIO II
Protocollo: n.4467/99
Roma, 22 giugno 1999

Ai Rettori delle Università
Ai Presidi delle Facoltà di
Medicina e Chirurgia

Ai Presidi delle Facoltà di
Medicina Veterinaria
LORO SEDI

Oggetto: Prova unica nazionale ammissione corsi ad accesso limitato

Si rende noto alle SS.LL. che è in corso la modifica del D.M. 21 luglio 1997, n.245 "Regolamento recante norme in materia di accessi all’istruzione universitaria e di connesse attività di orientamento", resasi necessaria a seguito della sentenza emessa dalla Corte Costituzionale in data 23 novembre 1998.
        Tale modifica prevede, peraltro, che per le immatricolazioni ai corsi di laurea ad accesso limitato, di cui all’art.4, comma 2, lettere a), b) e c) il Ministro determini, con propri decreti, le modalità di svolgimento delle prove di ammissione fino all’anno accademico 2000-2001.
        Pertanto, in attesa dell’entrata in vigore di tale regolamento, così modificato, si ritiene opportuno anticipare alle SS.LL. i programmi che costituiranno argomento delle prove di ammissione ai corsi di laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria e Medicina Veterinaria che verranno, in pari data, resi disponibili anche sul sito Internet del MURST. Si informa, ancora, che a decorrere dal 1 luglio p.v., una raccolta di circa 4000 tests comparirà sullo stesso sito, al fine di far conoscere agli studenti interessati le domande utilizzate nel corso degli anni precedenti e metterli soprattutto nella condizione di poter prendere confidenza con il sistema di domande a risposta multipla. Una percentuale, peraltro, delle domande che costituiranno oggetto delle prove uniche nazionali per le ammissioni ai corsi di laurea per l’anno accademico 1999/2000 saranno tratte dalla stessa collezione.
        Si coglie infine l’occasione per richiamare l’attenzione delle SS.LL. sulla necessità che le delibere relative ai vari bandi di concorso debbano essere assunte dopo l’emanazione dei decreti ministeriali con i quali sarà determinato, per ogni corso di laurea ad accesso programmato, il numero dei posti disponibili per ciascuna sede universitaria.

IL MINISTRO
(f.to ZECCHINO)