Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Ministeriale 30 dicembre 2000

Proroga termini scadenza preiscrizioni universitarie

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Università e della Ricerca


VISTO il D.M. 13 ottobre 2000 con il quale sono state stabilite le modalità di effettuazione delle preiscrizioni universitarie ed, in particolare l'articolo 1, comma 1, e l'articolo 2;

CONSIDERATO che è prevalente per le preiscrizioni in atto il valore informativo della nuova articolazione dei corsi di studio universitari con riferimento al regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli Atenei, di cui al decreto 3 novembre 1999, n.509;

CONSIDERATO che il sistema delle preiscrizioni non ha, allo stato attuale, carattere vincolante per la effettiva immatricolazione nell'anno accademico 2001/2002 ai corsi istituiti ai sensi del citato D.M. n.509/1999;

CONSIDERATO l'interesse degli studenti iscritti all'ultimo anno delle scuole secondarie superiori espresso attraverso le preiscrizioni rilevate alla data odierna;

RITENUTA la necessità di consentire, pertanto, al maggior numero di studenti interessati la più ampia informazione sull'innovazione del sistema universitario che si attuerà a decorrere dall'anno accademico 2001/2002;

CONSIDERATO che il termine ultimo per effettuare le preiscrizioni universitarie, stabilito dal regolamento in materia di accessi all'istruzione universitaria di cui al D.M. 21 luglio 1997, 245, è da intendersi come ordinatorio;

SENTITO il Ministero della Pubblica Istruzione;


D E C R E T A:


Art.1

La allocuzione "entro la data del 30 novembre 2000" di cui all'articolo 1, comma 1, del D.M. 13 ottobre 2000 è modificata nel modo seguente: "entro la data del 20 dicembre 2000".

Art.2

La allocuzione "Il MURST predispone entro il 15 dicembre 2000", di cui all'articolo 2, comma 1, del citato D.M. 13 ottobre 2000 è modificata nel modo seguente: "Il MURST predispone entro il 20 gennaio 2001".

Roma, 30 dicembre 2000

p.Il Ministro
f.to Il Sottosegretario di Stato
(Prof. Luciano Guerzoni)