Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Nota 28 luglio 2000, protocollo n.2363 /AC/SC

Protocolli culturali con Paesi stranieri – scambio docenti.


Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Università e della Ricerca


DIPARTIMENTO AUTONOMIA UNIVERSITARIA E STUDENTI UFFICIO V
Protocollo: n.2363 /AC/SC
Roma, 28 luglio 2000

Ai RETTORI
delle Università e dei Politecnici;
ai DIRETTORI degli
Istituti di Istruzione Universitaria;

agli Uffici per le Relazioni Internazionali.


LORO SEDI

Oggetto: Protocolli culturali con Paesi stranieri – scambio docenti.

Sulla base dei Protocolli culturali vigenti tra Italia e una serie di Paesi esteri il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica promuove le visite di docenti universitari italiani presso istituzioni universitarie estere, su invito delle istituzioni stesse.

            I docenti interessati a compiere un  viaggio di studio nell’ambito di un Protocollo culturale possono inoltrare domanda tramite l'apposito modello che si allega in copia (reperibile nel comparto Università del sito www.murst.it) da trasmettere al Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, Servizio per  l’Autonomia Universitaria e gli Studenti, Ufficio V, piazzale Kennedy n.20, 00144 Roma.

            La domanda  dovrà  essere inoltrata  almeno tre mesi prima del viaggio indicandone la data precisa.

Alla domanda dovrà essere allegata in doppia copia la lettera di invito dell’università straniera ospitante, in originale (non fax).

            Soltanto il rispetto di questi tempi e la completezza della documentazione consentiranno a questo Ufficio di procedere alla autorizzazione della visita di studio, nei limiti dei posti disponibili.

Si fa presente comunque che sarà data priorità a docenti che non abbiano già usufruito di tali condizioni negli anni precedenti e a visite che costituiscano il presupposto per l’inizio di collaborazioni interuniversitarie e\o prevedano la messa a punto di progetti di ricerca in comune.

            Al termine della visita di studio gli interessati dovranno inviare:

- al Servizio Autonomia Universitaria e Studenti (S.A.U.S.)Ufficio V: entro 60 giorni una relazione sulla missione svolta  che indichi sinteticamente i risultati conseguiti con la visita nonché una copia del biglietto di viaggio;

- al Servizio Centrale per gli Affari Generali – Ufficio VI: il biglietto di viaggio in originale e una copia della relazione di cui sopra accompagnati dalle seguenti notizie personali: cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale e sede di servizio, conto corrente bancario con le relative coordinate.

Sulla base di tale documentazione il MURST provvederà al rimborso delle sole spese sostenute per il viaggio, per il quale si raccomanda l’uso delle tariffe più convenienti.

Sulla base degli Accordi previsti nei Protocolli le competenti Autorità straniere si assumeranno gli oneri relativi alle spese del soggiorno, per la durata massima indicata nel testo del Protocollo stesso.

Si fornisce in allegato un elenco completo dei Protocolli attualmente in vigore, con l’indicazione del numero massimo di scambi previsto per ognuno di essi.

            A tal riguardo si informa che è stata recentemente attivata dal Ministero degli Affari Esteri una pagina informatica (all’indirizzo http://www.esteri.it/ita/4_28_67_81_90_81.asp) dove sarà possibile trovare l’elenco aggiornato dei protocolli culturali con i Paesi stranieri ed il testo di quelli appena rinnovati.

A partire quindi dalla presente nota la comunicazione alle SS.LL. dei rinnovi dei Protocolli culturali avverrà senza trasmissione, come in precedenza, di copia del testo stesso.

Con l’occasione si segnala il rinnovo di 8 Protocolli culturali: Italia-Brasile, Italia-Corea, Italia-Finlandia, Italia-Iran, Italia-Messico, Italia-Mongolia, Italia-Polonia, Italia-Tunisia (i cui testi sono appunto reperibili nel sito sopra indicato).

IL DIRIGENTE GENERALE
(Dott. Antonello MASIA)