Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Nota 17 gennaio 2001, protocollo n.AF/V/25/2001

BILANCIO DI PREVISIONE PER L' ESERCIZIO FINANZIARIO 2001.


Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Università e della Ricerca


ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE
Protocollo: n.AF/V/25/2001
Roma, 17 gennaio 2001

Ai Presidenti dei Consigli di Amministrazione

Ai Direttori dei Conservatori di Musica, delle Accademie di Belle Arti, delle Accademie Nazionali di Arte Drammatica e di Danza

LORO SEDI

Ai Presidenti dei Comitati Scientifici Didattici ed ai Coordinatori degli I.S.I.A.

LORO SEDI

p.c. Alla Regione Siciliana – Assessorato Regionale per i Beni Culturali Ambientali e per la Pubblica Istruzione PALERMO

Al Presidente della Giunta Provinciale della Provincia Autonoma di TRENTO

Al Presidente della Giunta Provinciale della Provincia Autonoma di BOLZANO

Alla Corte dei conti Ufficio Controllo Atti MURST ROMA

Al Ministero del Tesoro Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato ROMA

Oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE PER L' ESERCIZIO FINANZIARIO 2001.

Sul supplemento ordinario alla "Gazzetta Ufficiale" n.303 del 30 dicembre 2000 – Serie generale – è stato pubblicato il provvedimento concernente la ripartizione in capitoli - per l’anno finanziario 2001 – delle risorse relative allo stato di previsione di questo Ministero, nel quale sono confluiti tutti i capitoli di spesa prima gestiti dalla Pubblica Istruzione riguardanti codeste Istituzioni.

In attesa che si perfezioni il processo di trasformazione e che si realizzi compiutamente l’autonomia statutaria e regolamentare prevista dalla Legge 508/99, è necessario che codeste istituzioni si attengano ancora alle indicazioni date dal Ministero della Pubblica Istruzione con la circolare n.291 del 1° dicembre 1999, salvo le specifiche innovazioni che vengono qui di seguito indicate:

La previsione in entrata sul capitolo 4 va quantificata in relazione alle necessità finanziarie per l’attuazione dell’attività didattica istituzionale e per le spese di funzionamento amministrativo che nell’esercizio 2000 erano iscritte, rispettivamente, sullo stesso capitolo e sul capitolo 25/1. Di conseguenza, quest’ultimo, deve intendersi azzerato unitamente al correlato capitolo 35/1 dell’Uscita. Salvo successive variazioni aumentative, si autorizza l’iscrizione in bilancio dello stesso stanziamento assestato dell’esercizio finanziario 2000. Nel caso in cui nell’esercizio 2000 il funzionamento didattico sia stato finanziato in tutto o in parte con prelevamento dall’avanzo di Amministrazione, la misura del contributo da iscrivere al cap. 4 dovrà contenere l’entità del prelevamento stesso.

L’avanzo di amministrazione può essere iscritto al capitolo 26 dell’Entrata in tutto o in parte per fare fronte ad esigenze particolari e improcrastinabili, tenendo comunque conto della opportunità di garantirsi la necessaria liquidità di cassa. Le economie derivanti dai capitoli di spesa per il personale mantengono il loro vincolo di destinazione e costituiscono prefinanziamento per l’esercizio 2001.

Nei capitoli 8 dell’Entrata e 14 dell’Uscita (contratti di collaborazione) va iscritta la necessità finanziaria relativa ai contratti in corso e a quelli che si presume di attivare nell’anno.

Il bilancio preventivo, predisposto dal Direttore amministrativo e corredato della relazione illustrativa del Presidente, dovrà essere sottoposto all’esame dei revisori dei conti che esprimerà il proprio motivato parere prima che esso venga esaminato ed approvato con apposita delibera dal Consiglio di amministrazione.

Il bilancio, corredato del parere dei revisori dei conti e della delibera del Consiglio di Amministrazione, dovrà essere inoltrato immediatamente, e comunque non oltre il 28 febbraio, a questo Ministero per eventuali osservazioni che, se non formulate nei 45 giorni successivi alla sua ricezione, dovrà ritenersi definitivamente approvato.

IL DIRIGENTE DELL’UFFICIO
(F.to Remo Di Lisio)