Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Ministeriale 11 luglio 2001

Assegnazione posti aggiuntivi e soprannumerari alle scuole di specializzazione mediche a.a. 2000/2001 In corso di pubblicazione in G.U.

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

VISTO il Decreto Legislativo 30 luglio 1999, n.300, di riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'art.11 della legge 15 marzo 1997, n. 59, che all'art. 49 ha previsto, a decorrere dalla nuova legislatura, l'istituzione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca;

VISTO il Decreto Legislativo 17 agosto 1999, n.368 e, in particolare, l'art.35, comma 2, il quale prevede che il Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, acquisito il parere del Ministero della Sanità, determina il numero dei posti da assegnare a ciascuna scuola di specializzazione in medicina e chirurgia:

VISTO il decreto in data 31 ottobre 1991 del Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, di concerto con il Ministro della Sanità e visti i successivi decreti con i quali è stato formato ed aggiornato l'elenco di tali specializzazioni;

VISTO il decreto 17 dicembre 1997 del Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, di concerto con il Ministro della Sanità, con il quale sono stati fissati i requisiti d'idoneità delle strutture ove si svolge la formazione specialistica;

VISTO il decreto del Ministro della Sanità in data 20 aprile 2001, adottato di concerto con il Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e con il Ministro del Tesoro, con il quale è stato determinato il fabbisogno annuo di medici specialisti da formare nelle scuole di specializzazione per il triennio accademico 2000/2003;

VISTO il decreto del Ministro della Sanità in data 20 aprile 2001, adottato di concerto con il Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e con il Ministro del Tesoro, concernente la previsione del fabbisogno annuo di medici specialisti da formare nelle scuole di specializzazione per il triennio accademico 2000/2003, e la determinazione del numero complessivo delle borse di studio da assegnare nell'anno accademico 2000/2001, con la conseguente ripartizione per ciascuna tipologia di scuola di specializzazione;

VISTO il decreto legge 2 aprile 2001, n. 90, convertito con la legge n.188 dell'8 maggio 2001 con la quale è stata elevata la quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata al finanziamento delle borse di studio per la formazione dei medici specialisti;

VISTO il decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368, concernente l'attuazione della direttiva 93/16/CEE del Consiglio del 5 aprile 1993 ed in particolare l'art. 46, comma 2, come modificato dall'art. 8, comma 3, del D.Lgs. 21.12.99, n. 517;

VISTO il decreto del Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica, in data 24 aprile 2001, con il quale si è provveduto all'assegnazione di n. 5.359 borse di studio alle scuole di specializzazione universitarie di cui al predetto Decreto legislativo n.368/99;

VISTE le proposte delle Università concernenti l'ammissione di medici operanti in strutture convenzionate, di medici del Servizio Sanitario Nazionale al di fuori della rete formativa e dei medici stranieri finanziati da enti privati o pubblici italiani o del proprio Paese;

VISTE le richieste delle Università di attivazione di ulteriori posti mediante risorse finanziarie acquisite nei propri bilanci;

VISTO il decreto del Ministro della Sanità di concerto con il Ministro dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e il Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, in data 20 aprile 2001, che, nel rispetto delle graduatorie risultanti dai concorsi per l'ammissione alle scuole di specializzazione, ha stabilito che le borse di studio a finanziamento regionale e quelle determinate da risorse comunque acquisite dalle Università, per far fronte ad esigenze formative evidenziate dalle singole Regioni e Provincie autonome, possono essere assegnate in soprannumero rispetto ai fabbisogni complessivi delle singole specializzazioni;

SENTITO il Ministero della Sanità,

D E C R E T A:

Art. 1 - Per l'anno accademico 2000/2001 il numero di medici da ammettere alle scuole di specializzazione individuate nel D.M. 31.10.91 e successive modificazioni e integrazioni è stabilito, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 24.4.2001 citato nelle premesse, nell'allegata tabella secondo le seguenti categorie:

nella I colonna numero di borse finanziate da Enti locali territoriali;

nella II colonna numero di borse finanziate con risorse acquisite dalle Università;

nella III colonna posti riservati a medici extracomunitari;

nella IV colonna posti riservati a medici del Servizio Sanitario Nazionale dipendenti da Enti non convenzionati con le Università;

nella V colonna medici dipendenti da Enti convenzionati con le Università.

Art. 2 - In relazione all'attivazione dei posti aggiuntivi individuati nella I e II colonna dell'art. 1 le Università sono tenute ad acquisire garanzie dagli enti e privati finanziatori per gli eventuali maggiori oneri derivanti dall'attuazione dell'art. 39 del D. Lgs. n. 368/99.


Il presente decreto sarà inviato al Ministero della Giustizia per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Roma, 11 luglio 2001

Il Ministro
(f.to Letizia Moratti)