Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Interministeriale 23 maggio 2001
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 settembre 2001 n. 215

Decreto interministeriale sul trattamento economico dei direttori amministrativi delle università

Emblema Repubblica Italiana
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

di concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica e con il Ministro per la Funzione Pubblica

VISTA la legge 19 ottobre 1999, n. 370 ed in particolare l’art. 8 , comma 1, che prevede che il trattamento economico dei direttori amministrativi delle Università sia “determinato in conformità a criteri e parametri individuati con decreti del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica di concerto con i Ministri del tesoro, del bilancio e della programmazione economica e per la funzione pubblica”;

VISTO il D.M. n. 915 del 9 maggio 2000 con il quale è stato istituito un gruppo di lavoro istruttorio per il preventivo esame delle problematiche correlate all’individuazione  di specifici criteri per la definizione del trattamento economico dei direttori amministrativi delle Università;

TENUTO CONTO delle risultanze cui è pervenuto il predetto Gruppo di lavoro;

RITENUTO di dover procedere alla definizione del provvedimento previsto dal citato art. 8, comma 1, della legge n. 370/99

DECRETA

Il trattamento economico dei direttori amministrativi delle Università deve essere determinato in conformità dei seguenti criteri e parametri:

Vengono individuate n. 4 fasce parametrali in relazione ai criteri di valutazione indicati nella seguente tabella:

FASCIA

F.F.O. comprensivo della quota di riequilibrio (in milioni)

STUDENTI

N. DIPENDENTI

CORSI DI STUDIO ATTIVATI

PRESENZA DI:            Strutture di eccellenza Facoltà di Medicina Centro residenziale

Prima

fino a 100.000

fino a 10.000

fino a 500

  > 10

 

Seconda

da 100.000 a 150.000

da 10.000 a 15.000

da 500 a 1000

  > 20

 

Terza

da 150.000 a 300.000

da 15.000 a 40.000

da 1000 a 2000

  > 30

 

Quarta

oltre 300.000

oltre 40.000

oltre 2.000

  > 40

 



L'afferenza alla relativa fascia avverrà in presenza di almeno tre dei cinque parametri rappresentati nella suindicata tabella.

La base economica parametrale di partenza, corrispondente alla posizione di vertice di un Dirigente del Comparto Università, comprensiva dell'indennità di posizione, viene quantificata in L. 130.000.000, con i seguenti correttivi:

per ciò che attiene alla Prima fascia, la base parametrale di cui al precedente punto 2) sarà incrementata di un importo fisso di L. 6.500.000 (pari al 5% della stessa base) per ogni parametro raggiunto

la misura del trattamento iniziale delle Fasce successive, si ottiene incrementando del 25% la misura piena della fascia precedente

indipendentemente dalla fascia di afferenza, per ogni parametro mancante, oltre il terzo, la misura corrispondente viene ridotta del 5%.

In linea con i principi in materia di trattamento economico posti dall’art. 24 del D.Lgs. 29/93 ai direttori amministrativi delle Università compete una retribuzione legata ai risultati conseguiti pari al 20% del trattamento economico complessivo previsto per ciascuna fascia dal presente decreto.

 L’applicazione dei criteri e parametri stabiliti nei precedenti punti avrà decorrenza dalla data di pubblicazione del presente decreto sulla Gazzetta Ufficiale.

Il presente decreto sarà inviato agli Organi di Controllo per la prescritta registrazione.

Il Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica

Il Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica

Il Ministro per la Funzione Pubblica

F.to Guerzoni F.to    Solaroli F.to Bassanini


Registrato alla Corte dei Conti il 18 luglio 2001, reg. 6, fg. 6
Roma, 23 maggio 2001


 



Allegati:
Allegato1
Allegato2