Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Direttoriale 19 aprile 2002

Erogazione alle Regioni e Province autonome del Fondo Integrativo Statale per l'anno 2001

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

U.R.S.T. Dipartimento per la Programmazione, il Coordinamento e gli Affari Economici Servizio per l'Autonomia Universitaria e gli Studenti Ufficio II

        VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologia;
 VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300 "Riforma dell'organizzazione del Governo a norma dell'art.11 della legge 15 marzo 1997, n. 59", istitutivo del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca;
        VISTO l'art.16, comma 4, della legge 2 dicembre 1991, n. 390, che istituisce il " Fondo di intervento integrativo per la concessione dei prestiti d'onore" previsti dallo stesso articolo;
        VISTO l'art.1, comma 89, della legge 23 dicembre 1996, n. 662 che consente la destinazione di tale Fondo anche all'erogazione di borse di studio, previste dall'art. 8 della legge 2 dicembre 1991, n. 390 ;  
        VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001 "Disposizioni per l'uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, a norma  dell'art. 4 della legge  2 dicembre 1991, n. 390", emanato ai sensi del richiamato art.16, comma 4, della legge n. 390/1991 ed,  in  particolare, l'art.16 nel quale vengono individuati i criteri di riparto del Fondo per il triennio 2001/2003; 
        VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 dicembre 2001, registrato alla Corte dei Conti l’11.04.2002, reg. 4, fgl.n. 085, concernente il riparto finale  del Fondo l'anno 2001;   
        VISTA la tabella di riparto del Fondo, parte integrante del suindicato decreto, concernente gli obblighi di spesa assunti nei confronti delle Regioni e Province Autonome, pari a lire 250.000.000.000  equivalenti a Euro 129.114.225;
        VISTO il D.M. d'impegno n.308 in data 21.12.2001, registrato dal Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica - Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, Ufficio Centrale del  Bilancio presso il MIUR ( ex MURST) - al  n. 7442, in data 28.12.2001, al conto impegni n. 3 del capitolo 1297;
VISTO lo stanziamento di Bilancio di Euro 125.808.900 a valere sulla Unità Previsionale di Base 25.1.2.7 - Diritto allo Studio - capitolo 5517  dello stato di previsione di questo Ministero per l'anno finanziario 2002;
        VISTO il documento "Linee guida per il passaggio definitivo all'Euro delle Amministrazioni pubbliche", edito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze - Comitato per l'Euro;
        CONSIDERATO che con il suddetto D.M. d'impegno si è provveduto a vincolare sulla U.P.B. 2.1.2.9 - Diritto allo Studio - capitolo 1297 per l'anno finanziario 2001, lo stanziamento di Bilancio pari a lire 250.000.000.000, commutato secondo le regole di conversione comunitarie in Euro  129.114.225;
        CONSIDERATO che alla finalità di cui al capitolo 1297 corrisponde, per l'anno finanziario 2002, a valere sull'U.P.B. 25.1.2.7 - Diritto allo Studio - il capitolo 5517 del Bilancio di  previsione dello Stato, Tab. - 07- MIUR;
        TENUTO CONTO del summenzionato stanziamento di Bilancio per l'esercizio finanziario 2002, in termini di competenza e cassa, sul capitolo 5517 pari a Euro 125.808.900, autorizzato,  peraltro, nella Tab. C della legge finanziaria del 28 dicembre 2001, n.448 ;
        RITENUTO OPPORTUNO, in attesa che venga integrata la differenza accertata tra il Bilancio di Previsione e gli impegni di spesa assunti con il suddetto DPCM, erogare alle Regioni ed alle  Province Autonome, l'attuale disponibilità di cassa pari a Euro 125.808.900   esercizio di gestione 2002/resti 2001, ripartita in quote di assegnazione secondo l'allegata tabella che fa parte integrante del presente autorizzo di spesa;

Autorizza:

        1- Il pagamento, della somma impegnata pari a lire 250.000.000.000 equivalente a Euro 129.111.225  sino alla concorrenza di Euro 125.808.900, a favore delle sotto indicate Regioni e Province Autonome, secondo la seguente ripartizione.

Regioni/Province Autonome

Valuta

Importo

Regione

Abruzzo

Euro

2.885.599

Regione

Basilicata

Euro

368.787

Regione

Calabria

Euro

4.477.547

Regione

Campania

Euro

11.326.858

Regione

Emilia Romagna

Euro

12.882.679

Provincia

Autonoma Friuli Venezia Giulia

Euro

4.691.295

Regione

Lazio

Euro

16.929.641

Regione

Liguria

Euro

1.963.555

Regione

Lombardia

Euro

9.838.627

Regione

Marche

Euro

6.229.549

Regione

Molise

Euro

716.564

Regione

Piemonte

Euro

7.619.504

Regione

Puglia

Euro

3.565.289

Regione

Autonoma Sardegna

Euro

5.769.150

Regione

Autonoma Sicilia

Euro

10.195.695

Regione

Toscana

Euro

11.880.360

Provincia

Autonoma di Bolzano

Euro

463.711

Provincia

Autonoma di Trento

Euro

1.512.764

Regione

Umbria

Euro

5.336.364

Regione

Veneto

Euro

7.155.360

 

Totale   

Euro

125.808.900

        2 - La somma di cui sopra, pari a Euro 125.808.900  graverà sull’Unità Previsionale di Base 25.1.2.7 - Diritto allo Studio - Cap. 5517  dello stato di previsione della spesa di questo Ministero per l’anno finanziario 2002/resti 2001.

        3 - La differenza della somma verificata  pari a Euro 3.305.325 sarà erogata non appena sarà concessa con legge di assestamento di Bilancio, l'integrazione dei predetti fondi, da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze- Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato -  Ispettorato per le Politiche del Bilancio -

        Il presente provvedimento è inviato agli organi di controllo in base alle vigenti  norme.

Roma, 19 aprile 2002

IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Antonello Masia