Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Dirigenziale 26 aprile 2002 n. 22

Rettifica graduatoria finale teoria e solfeggio e corno

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

SCAG SIS – UFFICIO ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE

VISTO il decreto dirigenziale n. 48 del 16 ottobre 2001 e successive modificazioni con il quale, per ogni tipologia di posto e insegnamento, è stata approvata la graduatoria nazionale ad esaurimento del personale docente, assistente, accompagnatore al pianoforte e pianista accompagnatore delle Accademie e dei Conservatori di musica;

VISTO il Decreto Dirigenziale 24 aprile 2002 di rettifica del punteggio attribuito alla prof.ssa Ortolani Carla che dalla posizione n. 91 con punti 32,237  passa alla posizione n. 35 bis con punti 53,538;
 
RIESAMINATA la domanda di inclusione nella Graduatoria Nazionale ad esaurimento di “Corno”  del prof. Semeraro Donato che dichiara di aver proposto ricorso avverso la decadenza dalla Sessione Riservata e che pertanto in attesa della decisione del contenzioso chiede l’inclusione con riserva;

RITENUTO, pertanto, di dovere apportare le necessarie modifiche alle  graduatorie di  “Teoria, solfeggio e dettato musicale” e “Corno”;

DECRETA

Per i motivi su esposti, è approvata la modifica del decreto dirigenziale 16 ottobre 2001, n. 48, limitatamente alle graduatorie di: “Teoria solfeggio e dettato musicale” e “Corno”.
Nella graduatoria nazionale ad esaurimento di Teoria, solfeggio e dettato musicale è modificato il punteggio e la posizione della prof.ssa Ortolani Carla che, con punti 53,538 anziché 32,237, si colloca al posto 35 bis anziché 91.
Nella graduatoria nazionale ad esaurimento di “Corno” è inserito con riserva il nominativo del prof. Semeraro Donato che si colloca al posto n. 20 con punti 13,080. 
Le graduatorie modificate, che fanno parte integrante del presente provvedimento, sono pubblicate sul sito internet  www.miur.it ed affisse all’albo di ciascuna istituzione e del Ministero.
Avverso il presente provvedimento, che è atto definitivo, è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR del Lazio oppure ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro sessanta e centoventi giorni dalla data di pubblicazione all’albo del Ministero.

Roma, 26 aprile 2002

IL DIRIGENTE
Dott. Remo Di Lisio