Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Dirigenziale 3 luglio 2002 n. 25

Modifica del decreto dirigenziale 16 ottobre 2001 n.48 limitatamente alla graduatoria di Arte scenica

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

SERVIZIO PER GLI AFFARI GENERALI E PER IL SISTEMA INFORMATIVO ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE

VISTO il decreto dirigenziale n.48 del 16 ottobre 2001 con il quale, per ogni tipologia di posto e insegnamento, è stata approvata la graduatoria nazionale ad esaurimento del personale docente, assistente, accompagnatore al pianoforte e pianista accompagnatore delle Accademie e dei Conservatori di Musica e successive modifiche;

VISTO il decreto dirigenziale del 29.11.01 con il quale il prof. Giovanni COPPOLA è stato depennato dalla Graduatoria nazionale ad esaurimento per l'insegnamento di "Arte Scenica";

VISTO il decreto dirigenziale n. 73 del 30.11.01 con il quale il decreto dirigenziale n. 48 del 16 ottobre 2001è stato modificato limitatamente alla Graduatoria di Arte Scenica;

VISTO il decreto dirigenziale 24 giugno 2002 con cui, in esecuzione dell'Ordinanza di sospensiva n. 293 del T.A.R. Puglia - Sezione di Lecce- il prof. Giovanni COPPOLA è stato reinserito con riserva nella suddetta graduatoria,

RITENUTO, pertanto, di dover apportare la necessaria modifica alla Graduatoria nazionale ad esaurimento di "Arte scenica" ricollocando il prof. COPPOLA nella posizione occupata all'atto dell'esclusione ossia al posto n. 11 con punti 25,994

D  E  C  R  E  T  A  :

Per i motivi di cui alle premesse, il prof. Giovanni COPPOLA è inserito, con riserva, nella Graduatoria nazionale ad esaurimento di "Arte scenica" al posto n. 11 con punti 25,994. Pertanto  il Decreto dirigenziale n. 73 del 30.11.2001 è così modificato.

La graduatoria rettificata, che fa parte integrante del presente provvedimento, è pubblicata sul sito internet www.miur.it ed affissa all'albo di ciascuna istituzione e del Ministero.

Avverso il presente provvedimento, che è atto definitivo, è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR del Lazio oppure ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro sessanta e centoventi giorni dalla data di pubblicazione all'albo del Ministero.

Roma, 3 luglio 2002

IL DIRIGENTE
(Dott. Remo DI LISIO)