Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Direttoriale 31 luglio 2003

Conferma del riconoscimento della Scuola superiore per mediatori linguistici con sede in Pisa, Via Santa Maria 155, per l’istituzione e l’attivazione di corsi di studi superiori ai sensi del regolamento adottato con decreto 10 gennaio 2002, n. 38.

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA IL COORDINAMENTO E GLI AFFARI ECONOMICI S.A.U.S. – UFFICIO VI IL DIRETTORE GENERALE DEL SERVIZIO PER L’AUTONOMIA E GLI STUDENTI

VISTA    la legge 11 ottobre 1986, n. 697, recante la disciplina del riconoscimento delle Scuole superiori per interpreti e traduttori;

VISTA    la legge 15 maggio 1997, n. 127 e, in particolare, l’articolo 17, comma 96, lettera a);

VISTO         il regolamento adottato ai sensi della predetta legge n. 127 del 1997 con D.M. 10 gennaio 2002, n. 38, recante il riordino della disciplina delle scuole superiori per interpreti e traduttori e, in particolare, l’art. 10, che prevede l’onere per le scuole riconosciute ai sensi della legge n. 697 del 1986 di conformarsi alle disposizioni dello stesso provvedimento;

VISTO    il regolamento adottato con D.M. 3 novembre 1999, n.509 recante norme sull’autonomia didattica degli atenei;

VISTO    il D.M. 4 agosto 2000, concernente la determinazione delle classi delle lauree universitarie e, in particolare, l’allegato 3 al predetto provvedimento, relativo alla classe delle lauree in “Scienze della mediazione linguistica”;

VISTO    il D.M. in data 4 ottobre 2002 e successive modificazioni ed integrazioni, con il quale è stata costituita la commissione tecnico-consultiva con il compito di esprimere parere obbligatorio in ordine alle istanze di riconoscimento delle scuole superiori per mediatori linguistici ai sensi dell’art. 3 del D.M. n. 38 del 2002;

VISTO    il D.M. in data 3 aprile 1990 con il quale è stata disposta l’abilitazione della Scuola superiore per interpreti e traduttori con sede in Pisa, via Santa Maria 155, a rilasciare diplomi di interpreti e traduttori aventi valore legale ai sensi della legge n. 697 del 1986;

VISTA    l’istanza presentata dalla predetta Scuola per i fini di cui all’art. 10 del D.M. n. 38 del 2002;

VISTO    il parere espresso dalla riferita commissione tecnico-consultiva nella riunione del 22 luglio 2003;

D E C R E T A:

Art. 1

1.     E’ confermato il riconoscimento della Scuola superiore per interpreti e traduttori con sede in Pisa, via Santa Maria 155, che assume la denominazione di Scuola Superiore per mediatori linguistici, a condizione che la stessa provveda agli adempimenti indicati nell’allegato parere nei termini ivi stabiliti, espresso dalla Commissione tecnico-consultiva di cui all’art. 3 del regolamento adottato con D.M. 10 gennaio 2002, n. 38.

2.     La scuola è abilitata ad istituire e ad attivare corsi di studi superiori per mediatori linguistici di durata triennale e a rilasciare i relativi titoli, equipollenti a tutti gli effetti ai diplomi di laurea conseguiti nelle università al termine dei corsi afferenti alla classe delle lauree universitarie in “Scienze della mediazione linguistica” di cui all’allegato n.3 al D.M. 4 agosto 2000.

3.     Il numero massimo degli allievi ammissibili per ciascun anno al primo anno dei corsi è pari a 45 unità e, complessivamente per l’intero ciclo, a 135 unità.

     Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Roma, 31 luglio 2003
IL DIRETTORE DEL SERVIZIO
f.to dott. Antonello MASIA