Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Nota 13 marzo 2006, protocollo n.464

Azioni Integrate Italia - Spagna, anno 2007.


Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER L’UNIVERSITA’, L’ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA E PER LA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA Direzione Generale per l’Università – Ufficio IV
Protocollo: n.464
Roma, 13 marzo 2006

Ai Rettori delle Università

Ai Direttori degli Istituti di Istruzione Superiore

LORO SEDI

Oggetto: Azioni Integrate Italia - Spagna, anno 2007.

Anche per l'anno 2007, il MIUR, in collaborazione con il Ministerio de Educatiòn y Ciencia spagnolo, intende promuovere il programma di Azioni Integrate, con l'obiettivo di favorire progetti di ricerca comuni - di durata limitata, annuale o biennale, e su obiettivi concreti - fra gruppi di ricerca dei due Paesi, al fine di sostenere gli scambi trai due Paesi e di porre la basi per la realizzazione di collaborazioni di più ampia portata, sia in ambito bilaterale che europeo.

A tal fine i mezzi finanziari messi a disposizione dai due Paesi intendono fornire un aiuto complementare alle spese di mobilità (viaggio e soggiorno) nell'ambito di progetti di ricerca sostenuti già, a livello locale o nazionale, con altri mezzi. Pertanto, non potranno essere assunte spese relative a costi accessori (per es. documentazione, stampa, iscrizione per la partecipazione a convegni, etc.).

Per l’edizione 2007, il MIUR, in accordo con il Ministerio de Educatiòn y Ciencia spagnolo, al fine di evitare sottoscrizioni in eccesso, si sono fissate le seguenti aree scientifico disciplinari quali caratterizzanti i progetti di ricerca verso le quali i coordinatori possono presentare domanda per la corrente edizione del bando:

• Scienze matematiche ed informatiche
• Scienze fisiche
• Scienze chimiche
• Scienze della terra
• Ingegneria civile e Architettura
• Ingegneria industriale e dell’informazione.

Per l’edizione 2008, a completamento delle aree scientifico disciplinari, le proposte dovranno, per contro,  essere rivolte alle seguenti aree:

• Scienze biologiche
• Scienze mediche
• Scienze agrarie
• Scienze dell’antichità, filologico.letterarie e storico-artistico
• Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
• Scienze giuridiche
• Scienze economiche e statistiche
• Scienze politiche e sociali

Si precisa che ciascun progetto dovrà essere concordato tra le parti e che i due coordinatori, italiano e spagnolo, lo sottoporranno ciascuno al rispettivo Ministero corredandolo di una breve sintesi in lingua inglese.

I progetti potranno essere presentati unicamente da personale docente di prima e di seconda fascia in servizio presso Università o Istituti d’istruzione superiore.
Nel presentare un progetto il coordinatore dovrà indicare tutti i componenti il gruppo di ricerca, inclusi anche eventuali ricercatori afferenti ad organismi, Enti e Centri di ricerca non appartenenti al sistema universitario.
Si rammenta che per il personale di questi ultimi non è previsto alcun contributo per le spese di mobilità.

La richiesta di contributi per la mobilità nell’ambito del progetto descritto potrà riguardare, oltre al coordinatore, docenti, ricercatori, borsisti, contrattisti, dottorandi e personale tecnico e/o amministrativo degli Atenei.
 
Il coordinatore potrà includere nella proposta la richiesta di finanziamento per non più di tre viaggi (andata e ritorno) e per non più di sei settimane di soggiorno per il  personale “strutturato” del gruppo di ricerca (professori ordinari, associati, professori a contratto, ricercatori senior e junior, personale tecnico e/o amministrativo).

Inoltre, al fine di potenziare l'aspetto formativo della ricerca, il coordinatore potrà includere nella proposta la richiesta per il finanziamento aggiuntivo di uno o due mesi di soggiorno e di un massimo di due viaggi, destinati esclusivamente a “giovani in formazione” e cioè borsisti, assegnisti, contrattisti, dottorandi di ricerca. In tal caso i soggiorni saranno finalizzati all'apprendimento di nuove tecniche o pratiche rilevanti per il loro processo formativo ed in stretto collegamento con gli obiettivi dell'azione integrata. Per i “giovani in formazione” dovrà essere indicato anche l’anno di conseguimento del titolo di laurea/laurea magistrale.

L'importo massimo che verrà concesso per le spese di viaggio e soggiorno sarà il seguente:


Spese di viaggio:   € 460 a viaggio
 
Spese di soggiorno settimanali:  € 490
 
Spese di soggiorno mensili:  € 1.510 (solo per i giovani in formazione)

Le richieste potranno subire delle riduzioni, in accordo con i criteri stabiliti dalle commissioni bilaterali di selezione e le disponibilità finanziare complessive.
In ogni caso ogni Parte provvederà a finanziare le spese relative al viaggio e soggiorno dei propri ricercatori.

Non saranno presi in considerazione progetti presentati da quei gruppi che hanno già avuto un progetto finanziato con lo stesso partner, nell’ambito delle azioni integrate negli anni passati.

La durata di un’azione integrata può essere di un anno o di due anni. In entrambi i casi i contributi vengono assegnati in un’unica soluzione.

Per la presentazione dei progetti, il coordinatore di un progetto dovrà prioritariamente registrarsi nel sistema, utilizzando  la procedura   informatica   descritta   sul   sito    web   del   Ministero azioni-integrate.miur.it, quindi accedere alla compilazione del proprio progetto che potrà avvenire anche in più sessioni di lavoro.

L’Ufficio competente dell’Università di appartenenza di ciascun coordinatore provvederà, previa approvazione del Rettore, a trasmettere sia via internet che in formato cartaceo, alla Direzione Generale per l’Università – Ufficio IV di questo Ministero l’elenco dei progetti presentati.

I termini del bando per il presente anno sono:

a. presentazione delle domande da parte dei coordinatori: dal 14 marzo 2006 al  2 maggio 2006;

b. trasmissione delle domande  da parte dei Rettori, via internet e cartaceo: dal 3 maggio 2006  al 22 maggio  2006;

Le richieste pervenute verranno quindi valutate da una commissione di esperti separatamente per ognuno dei due Paesi secondo i seguenti criteri:

a. Qualità scientifica e possibilità di realizzazione della proposta, sulla base delle potenzialità di ricerca del gruppo proponente;

b. Attività di ricerca svolta precedentemente dal gruppo;

c. Adeguatezza dei mezzi finanziari previsti agli obiettivi proposti;

d. Partecipazione nel gruppo di giovani ricercatori (10 anni dal conseguimento del titolo di dottorato);  
      
e. Complementarietà dei gruppi di ricerca rispetto al progetto proposto;

f. Interesse della cooperazione.

In una fase successiva si procederà al confronto delle valutazioni espresse dai due Paesi tramite una Commissione Bilaterale di Selezione. A parità di valutazione sarà data preferenza ai gruppi che prevedono una maggiore partecipazione di giovani ricercatori (criterio d).

I progetti selezionati saranno resi noti sempre sul sito web del Ministero entro il 20 gennaio 2007, mentre l'ammontare del finanziamento sarà notificato ai Rettori e corrisposto entro il primo quadrimestre del 2007.

Entro tre mesi dal termine dell'Azione Integrata il coordinatore dovrà presentare, sempre avvalendosi delle modalità definite sul sito medesimo, via internet e in formato cartaceo la relazione finale dell'attività realizzata, che comprenda anche le indicazioni sulle spese effettuate, la cui documentazione, originale, in ogni caso rimarrà agli atti dell'università anche per successivi controlli d’ordine contabile. Parte integrante della relazione finale, sarà un breve rapporto di valutazione sulla comune attività di ricerca, concordata da entrambi i coordinatori e redatto in lingua italiana ed inglese e da questi sottoscritta.

L’Ufficio competente dell’Università di appartenenza di ciascun coordinatore provvederà, previa approvazione del Rettore, a trasmettere la relazione finale corredata della copia dei documenti contabili comprovanti le spese effettuate, alla Direzione Generale per l’Università – Ufficio IV di questo Ministero.

IL DIRETTORE GENERALE
(Dott. Antonello MASIA)
F.to Masia