Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Direttoriale 25 ottobre 2006 n. 634

Trasferimenti del personale tecnico e amministrativo delle Accademie, dei Conservatori di musica e degli ISIA per l’a.a. 2006/2007. Movimenti.

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica


DIREZIONE GENERALE PER L’ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA Ufficio III – Statuti e personale docente e non docente

VISTO il CCNL relativo al personale del comparto delle Istituzioni di Alta Formazione e Specializzazione Artistica e Musicale, per il quadriennio normativo 2002/2005 e il biennio economico 2002/2003 del 16/02/2005;
VISTO il CCNL relativo al personale del comparto delle Istituzioni di Alta Formazione e Specializzazione Artistica e Musicale, per il biennio economico 2004/2005 del 11/04/2006;
VISTO in particolare il CCND, siglato il 31 maggio 2002, tra la delegazione di parte pubblica e quella sindacale con il quale sono stati concordati criteri e principi della mobilità territoriale del personale docente e non docente delle Accademie e dei Conservatori e del personale non docente degli ISIA;
VISTO l’accordo decentrato nazionale sottoscritto il 12.7.2005, relativo alla mobilità del personale tecnico e amministrativo per l’a.a. 2005/06;
VISTA l’Ordinanza Ministeriale del 18 agosto 2006 con la quale sono state impartite disposizioni organizzatorie, intese a disciplinare le operazioni relativamente alla mobilità del personale tecnico e amministrativo  delle Accademie, dei Conservatori di musica e degli ISIA;

D E C R E T A

Art.1 I trasferimenti del personale del personale tecnico e amministrativo delle Accademie, dei Conservatori di musica e degli ISIA per l’anno accademico 2006/2007, sono disposti come da elenchi allegati. 
Art.2 Il presente decreto è affisso all’albo del Ministero dell’Università e della  Ricerca e all’albo delle Accademie, dei Conservatori di musica e degli ISIA.
Art.3 Dalla data di pubblicazione, i provvedimenti di mobilità sono impugnabili dinanzi al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro, previo esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione, ai sensi del D.Lgs 30.3.2001, n.165.

Roma, 25 ottobre 2006

IL DIRETTORE GENERALE
(Dr. Giorgio Bruno CIVELLO)
F.to  Civello



Documenti correlati:
http://afam.miur.it