Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Ministeriale 15 ottobre 2007 n. 150

Integrazione componenti dimissionari

Emblema Repubblica Italiana
Il Ministro dell'Università e della Ricerca

VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508, concernente la "Riforma delle Accademie di belle arti, dell'Accademia nazionale di danza, dell'Accademia nazionale di arte drammatica, degli Istituti superiori per le industrie artistiche, dei Conservatori di musica e degli Istituti musicali pareggiati";

VISTO in particolare l'art. 3, comma 2, della citata legge n. 508/1999, che prevede la costituzione del Consiglio nazionale per l'alta formazione artistica e musicale (CNAM);

VISTO il D. M. 16 settembre 2005, n. 236, concernente il regolamento recante la composizione, il funzionamento e le modalità di nomina e di elezione dei componenti il CNAM, ed in particolare l'art. 3 comma 1 che prevede nella composizione del CNAM sei membri designati dal Ministro;

VISTO il D.M. 19 del 16 febbraio 2007 con il quale è stato costituito il Consiglio Nazionale per l'Alta Formazione Artistica e Musicale, per la durata di un triennio;

VISTE le dimissioni presentate dai componenti Ottavia Piccolo e Laura Biagiotti, rispettivamente il 25/07/2007 ed il 3/09/2007;

RITENUTO pertanto, per poter consentire la piena operatività del CNAM, di dover provvedere alla sostituzione dei due componenti dimissionari;

D E C R E T A:

Art. 1

Il Consiglio Nazionale per l'Alta Formazione Artistica e Musicale, costituito con D.M. 19 del 16/02/2007, è integrato nella componente non elettiva di designazione ministeriale con i seguenti due membri:
• Daniela Fonti, professore associato di Storia dell'Arte Contemporanea presso la Facoltà di Architettura "Valle Giulia" dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza";
• Antonietta Gironi Rame, esperta e consulente in attività di produzione e programmazione teatrali.

Il presente decreto sarà inviato agli organi di controllo per i conseguenti adempimenti.

Roma, 15 ottobre 2007

IL MINISTRO
(f.to Fabio Mussi)