Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Ministeriale 4 novembre 2009 n. 149

Criteri per il cofinanziamento dei Consorzi interuniversitari anno 2009

Emblema Repubblica Italiana
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

VISTO il Cap. 1694 dello stato di previsione della spesa di questo Ministero per l'esercizio finanziario 2009 destinato anche al funzionamento dei Consorzi Interuniversitari;

VISTO il D.M. n. 45  del   23/9/2009  relativo ai criteri per la ripartizione del fondo di finanziamento ordinario  delle università  per l'anno 2009,  registrato alla Corte dei conti il 22 ottobre 2009, reg.6, Foglio 141;

VISTI i pareri della Conferenza Permanente dei Rettori e del Consiglio Universitario Nazionale e del Consiglio Nazionale Studenti Universitari sui criteri di ripartizione del fondo di finanziamento ordinario per l'anno 2009;

VISTO il parere espresso dalla Commissione istituita con D.M. n. 11 del 6/10/2005 al fine di definire nuovi criteri di ripartizione delle risorse ministeriali a favore dei Consorzi interuniversitari per il calcolo avanzato;

RITENUTA la necessità di non determinare discontinuità di finanziamento nell'area del calcolo scientifico ad alte prestazioni e di assicurare, in regime di cofinanziamento un adeguato sostegno finanziario ai Consorzi Interuniversitari che presentano oggettivi interessi per lo sviluppo del sistema universitario e della ricerca;

RITENUTA la necessità di definire oggettivi criteri per il cofinanziamento dei Consorzi Interuniversitari in questione;

RITENUTA  altresì la opportunità di continuare a sostenere finanziariamente il Consortium GARR per la gestione della rete scientifica di telecomunicazione a banda larga a favore del Sistema di tutte le Università Statali;

PRESO ATTO che il predetto D.M., destina a tali fini la somma complessiva di 55.000.000 Euro;


D E C R E T A

Art. 1€ 43.900.000 vengono destinati a favore dei Consorzi Interuniversitari, per il calcolo avanzato ad alte prestazioni (CASPUR-CILEA-CINECA) per il Consorzio Alma Laurea e per il Consortium GARR,  che svolgono attività per tutti gli Atenei e il Ministero e ripartiti nel seguente modo:

€ 1.300.000   a favore del Consorzio Alma Laurea per le attività di cui alla Legge 170 dell'11 luglio 2003 art.1 bis, comma 1;

- € 7.500.000  a favore del Consortium GARR – per la gestione della  rete scientifica di telecomunicazione a banda larga a favore del Sistema di tutte le Università Statali;

- € 3.500.000  a favore del Consorzio CINECA – per le spese relative alle necessarie attività di valutazione esterna della produzione scientifica ed il supporto alla gestione amministrativa dei relativi pagamenti, periodo 2004-2008 (VQR 2004-2008);

- € 31.600.000 a favore dei Consorzi Interuniversitari per il calcolo (CASPUR – CILEA - CINECA)  sulla base dei criteri indicati dall'apposita Commissione (D.M. n. 11 del 6/10/2005) ed in linea con le proposte di ripartizione contenute nella sua relativa relazione. 
In particolare:
 
a) € 25.020.000 viene assegnato per assicurare a ciascun consorzio l'80% del finanziamento dell'esercizio precedente.

b) € 6.580.000 sulla base dei criteri indicati nella relazione finale della Commissione.
    In particolare:

I.  € 2.895.000 per attività di promozione e sviluppo del calcolo scientifico ad alte prestazioni. Di tale quota:

i. € 1.013.000 (35%) al Consorzio che presenta caratteristiche architetturali e prestazionali tali da assicurare, in un contesto europeo e internazionale, la partecipazione a progetti applicativi basati sul calcolo avanzato ad alte prestazioni;
ii. € 1.447.500 (50%) da ripartire in relazione al tempo di calcolo avanzato ad alte prestazioni effettivamente utilizzato nel 2008;
iii. € 434.500 (15%) da assegnare per il supporto del rinnovo, realizzato nel triennio 2006-2008 delle risorse di calcolo (HW) evoluto dei Consorzi esclusi dall'assegnazione di cui  al punto a) e fino alla concorrenza del 50% delle spese sostenute e non finanziate nell'ambito di programmi nazionali, della UE e internazionali.


II. € 3.685.000 per servizi erogati al Ministero per le attività gestionali del sistema universitario, ivi compresi i servizi informatici bibliotecari. Di tale quota:

i. € 1.474.000 (40%) in proporzione ai servizi erogati e risorse umane destinate, nel 2008, per  servizi al Ministero per la gestione del sistema universitario;
ii. € 737.000 (20%) in proporzione alla differenza tra il totale delle entrate riferite ai dati di bilancio consuntivo 2008 e le assegnazioni ministeriali dello stesso anno;
iii. € 737.000  (20%) in proporzione alla media, nell'ultimo triennio, delle spese per risorse di calcolo (HW), comprese memorie di massa e grafica avanzata - con esclusione di quelle per il calcolo ad alte prestazioni di cui al punto I. - messe a disposizione per la ricerca scientifica, la didattica e la gestione a favore del sistema universitario e degli enti di ricerca pubblica;
iv. € 368.500 (10%) in proporzione all'erogazione alle Università nel 2008 di risorse finalizzate all'istituzione di borse di studio post-laurea ed assegni di ricerca;
v. € 368.500 (10%) in proporzione alla media nell'ultimo triennio delle spese per librerie di programmi informatici rese disponibili per le università e connesse attività per formazione e addestramento al loro uso;

Art. 2 - € 11.100.000  vengono destinati a favore dei  Consorzi Interuniversitari che svolgono specifica attività in settori scientifici di rilevanza nazionale ovvero attività di formazione anche a distanza (FAD), permanente e ricorrente:
a) per i consorzi di ricerca, sono finanziabili quelli i cui bilanci nell'anno 2008 presentano entrate per attività di ricerca finanziate  da soggetti consorziati,  da enti pubblici e privati e da altri organismi di importo almeno pari all' 80% dell'ultimo contributo ministeriale assegnato. A tali Consorzi viene prioritariamente assicurato il 60% dell'ultima assegnazione disposta,  e la restante quota  ripartita con i  seguenti criteri:
   - 10% in proporzione alla differenza tra l'assegnazione  ministeriale ed il totale delle spese rilevate dal bilancio consuntivo 2008 dell'ente;
   - 55% in proporzione alle spese, rilevate dal bilancio consuntivo 2008, per borse di  studio ed attività di formazione esterna connessa alle attività scientifiche del Consorzio;
   - 35% in proporzione alle entrate, da enti pubblici e privati e dalla UE, per attività di ricerca.   

L'assegnazione complessiva non potrà comunque essere superiore a quella dell'ultima assegnazione disposta.
b)  per i consorzi di formazione a distanza (FAD), permanente e ricorrente, l'assegnazione per il corrente esercizio è determinata in rapporto al valore percentuale delle entrate proprie rispetto all'assegnazione ministeriale 2008 e comunque in misura non superiore al 95% della media delle  assegnazioni ministeriali dell'ultimo biennio.

L'importo residuo eventualmente disponibile dopo tali assegnazione verrà utilizzato per il sostegno  di specifiche iniziative di particolare rilevanza scientifica e didattica, previa valutazione del Ministro.

Il presente decreto verrà trasmesso ai competenti organi di controllo per la registrazione.

Registrato alla Corte dei Conti il 25 novembre 2009, Reg. 7, Foglio 17
Roma, 4 novembre 2009
IL MINISTRO
(f.to Mariastella Gelmini)