Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Ordinanza Ministeriale 2 aprile 2010 n. 55

Cnam: elezioni della componente studentesca decaduta.

Indizione delle scansioni temporali previste

Emblema Repubblica Italiana
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca


VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508, concernente la Riforma delle Accademie di belle arti, dell'Accademia nazionale di danza, dell'Accademia nazionale di arte drammatica, degli Istituti superiori per le industrie artistiche, dei Conservatori di musica e degli Istituti musicali pareggiati;

VISTO
in particolare l'art. 3, commi 2 e 3, della citata legge n. 508/1999, con il quale è prevista la costituzione del Consiglio nazionale per l'alta formazione artistica e musicale (CNAM) e l'emanazione di un decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica per disciplinare le modalità di nomina e di elezione dei relativi componenti;

VISTO il D. M. 16 settembre 2005, n. 236, concernente il regolamento recante la composizione, il funzionamento e le modalità di nomina e di elezione dei componenti il CNAM;

VISTO in particolare l'art. 10 del citato D.M. n. 236/2005, con il quale è prevista l'emanazione di una ordinanza elettorale del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca contenente l'indizione delle elezioni, nonché le scansioni temporali per lo svolgimento delle procedure e degli adempimenti necessari alle operazioni di voto per il rinnovo dei componenti del CNAM;

VISTO il D.M. 16 febbraio 2007, n. 19, e successive modifiche ed integrazioni, con il quale è stato costituito il CNAM, per la durata di un triennio;

VISTO il decreto legge 30 dicembre 2009 n. 194, e la relativa conversione in legge del 26 febbraio 2010, con i quali l'Organo è stato prorogato, nella sua composizione esistente fino al 31 dicembre 2010;

CONSIDERATO che tre rappresentanti della componente studentesca in seno all'Organo, ed in particolare il rappresentante degli Istituti musicali pareggiati (art. 3 comma 2, lettera p, del D.M. 16/09/2005 n. 236), quello degli Istituti superiori per le industrie artistiche - ISIA (art. 3 comma 2, lettera q, del D.M. 16/09/2005 n. 236) e quello delle Accademie di belle arti legalmente riconosciute (art. 3 comma 2, lettera t, del D.M. 16/09/2005 n. 236), sono decaduti dal mandato, essendo venuto meno il requisito di appartenenza alle suddette categorie;

RITENUTA la necessità di dover provvedere alla sostituzione delle rappresentanze decadute;

CONSIDERATO che il D.M. 16/09/2005 prevede per le operazioni di voto l'utilizzazione di procedure telematiche unificate;

CONSIDERATO che il sistema di voto, U-vote, del CINECA è conforme alle norme europee sui sistemi di voto elettronico e garantisce adeguati requisiti di sicurezza e affidabilità, anche in riferimento all'autenticazione e all'anonimato dell'elettore, come accertato dal Comitato Tecnico per la validazione delle procedure elettorali telematiche unificate, costituito con Decreto del Capo Dipartimento per l'Università, AFAM e per la Ricerca del 21.07.2009 n. 88;

RITENUTO pertanto di dover adottare le predette modalità per lo svolgimento delle operazioni di voto e di scrutinio;


ORDINA

Art. 1
(Arco temporale delle votazioni)

1.    Nell'arco temporale 21 - 24 giugno 2010 sono indette le votazioni per l'elezione dei seguenti tre rappresentanti della componente studentesca del CNAM:
- Istituti musicali pareggiati;
- Istituti superiori per le industrie artistiche - ISIA
- Accademie di Belle Arti Legalmente Riconosciute

2. Il sistema di voto sarà operativo dalle ore 9,00 alle ore 18,00 nei giorni 21, 22 e 23 giugno  e dalle ore 9,00 alle ore 13,00 del 24 giugno 2010.


Art. 2
(Procedure per l'individuazione e l'invio delle candidature e delle sottoscrizioni)

1.    Le sottoscrizioni sono raccolte, avvalendosi dell'autocertificazione di cui al D.P.R. 20 ottobre 1998, n. 403. Ogni sottoscrittore è identificato dal nome, cognome, luogo e data di nascita, istituzione di appartenenza. Non è consentita la contemporanea sottoscrizione di più candidati. Le sottoscrizioni sono presentate da un elettore firmatario, identificato con riferimento anche al luogo e data di nascita, istituzione di appartenenza.

2.    Le candidature espresse dalla consulta degli studenti, ovvero quelle presentate da almeno 50 sottoscrittori, devono essere presentate alle direzioni amministrative delle Istituzioni di appartenenza.

3.    Le candidature espresse dalla consulta degli studenti e dai sottoscrittori, devono pervenire alla commissione elettorale centrale, di cui all'art. 8 del D.M. n. 236/2005.


Art. 3
(Procedure di voto)

1.    Ogni elettore esprime una sola preferenza e può votare esclusivamente nella sua sede di servizio.

2.    Le operazioni di voto, anche al fine di assicurare  l'accertamento dell'identità dell'elettore e la segretezza nell'espressione della preferenza si svolgono secondo le procedure telematice già validate dalla Commissione Tecnica di cui in premessa.


Art. 4
(Scrutinio di voto e proclamazione degli eletti)

1.    Le operazioni della commissione elettorale centrale sono pubbliche. Del loro inizio e del calendario del loro successivo svolgimento è data tempestiva comunicazione per via telematica.

2.    Al termine delle operazioni di scrutinio, la commissione redige apposito verbale, allegando l'elenco delle graduatorie dei candidati per ogni singola rappresentanza elettiva di cui al citato art. 3, comma 2, del DM 236/2005, in ordine di preferenze ricevute.

3.    Risultano eletti per ciascuna delle rappresentanze di cui al citato articolo 3, comma 2, del DM 236/2005, i candidati che abbiano ottenuto il maggior numero di voti.

4.    A parità di voti prevale lo studente con minore anzianità di iscrizione e, in caso di ulteriore parità, il più anziano di età.

5.    Esaurite le operazioni di scrutinio la commissione proclama gli eletti. Con decreto del Direttore Generale dell'Alta Formazione Artistica e Musicale sono individuati i componenti eletti per le rappresentanze di cui alle lettere p), q) e t) comma 2, dell'articolo 3 del D.M. n.236/2005.

6.    Avverso il provvedimento di cui al comma 6 è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR e ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispettivamente entro 60 e 120 giorni dalla data del decreto di individuazione dei componenti eletti.


Art. 5
(tempistiche)

4.    La tempistica per l'individuazione delle candidature, della presentazione di eventuali opposizioni e per lo svolgimento delle procedure di voto è comunicata alle singole Istituzioni dalla Direzione Generale dell'Alta Formazione Artistica e Musicale, al fine di assicurare il rispetto dei termini indicati per le singole fasi delle procedure, dal D.M. n. 236/2005.

Roma, 2 aprile 2010

IL MINISTRO
F.to Mariastella Gelmini