Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Ministeriale 30 ottobre 2012 n. 172

Conservatorio di Musica “G.B. Martini” di Bologna – Autorizzazione attivazione corsi biennali sperimentali vari per il conseguimento del Diploma accademico di secondo livello

Emblema Repubblica Italiana
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

VISTA la legge 21 dicembre 1999 n. 508 e successive modifiche e integrazioni di riforma delle Accademie di Belle Arti, dell'Accademia Nazionale di Danza, dell'Accademia Nazionale D'Arte Drammatica, degli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, dei Conservatori di Musica e degli Istituti Musicali Pareggiati;

VISTO il D.P.R. 28 febbraio 2003, n. 132 concernente il regolamento recante criteri per l'autonomia statutaria regolamentare e organizzativa delle istituzioni artistiche e musicali, a norma della legge 21 dicembre 1999 n. 508;

VISTO il D.P.R. 8 luglio 2005, n. 212 "Regolamento recante  disciplina per la definizione degli ordinamenti didattici delle Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica" di cui all'articolo 2 della Legge 21 dicembre 1999, n. 508 ed in particolare, il comma 4 dell'articolo 5, che prevede una specifica autorizzazione ministeriale per l'attivazione in via sperimentale, dei corsi di specializzazione, su specifiche proposte delle Istituzioni;

VISTA la legge 9 gennaio 2009, n. 1, conversione in legge, con modificazioni del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180 ed in particolare l'articolo 3-quinquies;

VISTO Il D.M. 3 luglio 2009, n. 90 che individua i settori artistico - disciplinari con le declaratorie e i campi disciplinari di competenza dei Conservatori di musica;

VISTO il progetto di sperimentazione didattica presentato dal Conservatoriodi musica "G.B. Martini" di Bologna, approvato al Consiglio accademico con delibera del 4 luglio 2012 e dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 30 aprile 2012, relativo all'attivazione del corso biennale sperimentale per il conseguimento del Diploma accademico di secondo livello in Tromba rinascimentale e barocca;

VISTO inoltre, l'ulteriore progetto di sperimentazione didattica presentato dal Conservatoriodi musica "G.B. Martini" di Bologna, approvato al Consiglio accademico con delibera del 4 luglio 2012 e dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 10 luglio 2012, relativo all'attivazione dei corsi biennali sperimentali per il conseguimento del Diploma accademico di secondo livello in Composizione ad indirizzo analitico-compositivo, Composizione ad indirizzo Performance e composizione, Flauto dolce, Violino barocco, Viola da gamba, Violoncello barocco;

CONSIDERATO che la struttura didattica dei predetti progetti biennali è coerente con i criteri di cui all'articolo 9 del D.P.R. 212/2005;

CONSIDERATO che i corsi biennali in questione sono conformi ai criteri previsti dall'articolo 3, comma 4, del suddetto D.P.R. 212/05;

VERIFICATA in conformità a quanto previsto all'articolo 5, comma 4, del D.P.R. 8 luglio 2005, n. 212, l'adeguatezza delle risorse umane, finanziarie e strumentali;

ACQUISITO il parere favorevole, espresso dal Consiglio Nazionale per l'Alta Formazione Artistica e Musicale nell' adunanza del 12 settembre 2012, in ordine all'attivazione dei predetti progetti biennali;

DECRETA

Art. 1


1. - Il Conservatorio di Musica "G.B. Martini" di Bologna, è autorizzato, ai sensi  del comma 4 dell'articolo 5 del D.P.R. 8 luglio 2005, n. 212, ad attivare i seguenti corsi biennali sperimentali per il conseguimento del Diploma accademico di secondo livello in: Tromba rinascimentale e barocca, Composizione ad indirizzo analitico-compositivo, Composizione ad indirizzo Performance e composizione, Flauto dolce, Violino barocco, Viola da gamba, Violoncello barocco.

2. - Il piano didattico formativo dei predetti corsi è definito nelle allegate tabelle che costituiscono parte integrante del presente decreto.

Art. 2


Il Conservatorio di musica "G.B. Martini" di Bologna è tenuto a rilasciare, come supplemento al titolo di studio, una certificazione contenente le indicazioni sugli obiettivi formativi del percorso formativo e sui contenuti dello stesso.

Roma, 30 ottobre 2012

IL MINISTRO
f.to Francesco Profumo