Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Direttoriale 8 marzo 2013 n. 408

Conservatorio di musica “Jacopo Tomadini” di Udine – Modifica della tabella annessa al Regolamento didattico per il corso di diploma accademico di primo livello in Chitarra.

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Direzione generale per l'alta formazione artistica, musicale e coreutica
IL DIRETTORE GENERALE

VISTA la Legge n. 508 del 21 dicembre 1999 di riforma delle Accademie di Belle Arti, dell'Accademia Nazionale di Danza, dell'Accademia Nazionale di Arte Drammatica, degli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, dei Conservatori di Musica e degli Istituti Musicali Pareggiati;

VISTO il D.P.R. 28 febbraio 2003, n. 132, concernente il regolamento sui criteri per l'autonomia statutaria, regolamentare e organizzativa delle Istituzioni artistiche e musicali, a norma delle Legge 21 dicembre 1999, n. 508;

VISTO il D.P.R. 8 luglio 2005, n.212, recante la disciplina per la definizione degli ordinamenti didattici delle Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, a norma dell'articolo 2 della Legge 21 dicembre 1999, n.508 ed in particolare l'art.10, relativo alla disciplina dei Regolamenti didattici concernenti l'ordinamento dei corsi di studio adottati dalle Istituzioni;

VISTO, in particolare, il comma 1 dell'art.10 del citato D.P.R. n.212/2005, il quale prevede che i predetti Regolamenti Didattici concernenti l'ordinamento dei singoli corsi di studio adottati dalle Istituzioni sono approvati dal Ministero;

VISTO il D.M. 3 luglio 2009, n.90, con il quale, in applicazione dell'art.3 quinquies del D.L. 10.11.2008, n.180, convertito, con modificazioni, nella legge 9 gennaio 2009, n.1, sono stati definiti i settori artistico-disciplinari, con le relative declaratorie e campi disciplinari di competenza, dei Conservatori di Musica e degli Istituti musicali pareggiati;

VISTO il D.M. 30 settembre 2009, n 124, con il quale, in applicazione dell'art.3 quinquies del D.L. 10.11.2008, n.180, convertito, con modificazioni, nella legge 9 gennaio 2009, n.1, sono stati definiti gli ordinamenti didattici dei corsi di studio per il conseguimento del diploma accademico di primo livello dei Conservatori di Musica e degli istituti Musicali Pareggiati.

VISTO il D.M. 12 novembre 2009, n.154, con il quale è stata definita, in applicazione dell'art.6 - comma 3 - del citato D.P.R. n.212/2005, la frazione dell'impegno orario complessivo di ciascun credito che deve essere riservata alle diverse tipologie dell'offerta formativa dei Conservatori di Musica e negli Istituti Musicali Pareggiati;

VISTO il D.M. 15 dicembre 2010 n. 294 relativo alla trasformazione, ai sensi dell'art.5, comma 3, del D.P.R. 212/2005, dei corsi attivati di primo livello, anche in via sperimentale, dal Conservatorio di Musica "Jacopo Tomadini" di Udine;

VISTO il D.D.G. 17 dicembre 2010, n. 273, di approvazione del Regolamento didattico del Conservatorio di Musica "Jacopo Tomadini" di Udine;

VISTA la successiva nota n. 578/B2 del 25 gennaio 2013 con la quale il Conservatorio di musica  "Jacopo Tomadini" di Udine ha trasmesso la proposta di modifica del piano di studi del corso per il conseguimento del diploma di primo livello in Chitarra;

VISTO il parere favorevole espresso dal Consiglio Nazionale dell'Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica nella seduta del 13 febbraio 2013 in ordine alla modifica del predetto corso;

RITENUTO pertanto, di dover procedere alla modifica del Regolamento didattico del Conservatorio di musica "Jacopo Tomadini" di Udine, relativa al predetto corso;


DECRETA


Art.1 - E' approvata la modifica della tabella annessa al Regolamento didattico del Conservatorio di Musica "Jacopo Tomadini" di Udine, di cui al D.D.G., 17 dicembre 2010, n. 273, per il  corso di diploma accademico di primo livello in Chitarra, il cui piano di studi è allegato al presente decreto di cui fa parte integrante.

Art. 2 - Il Regolamento didattico, così modificato, è adottato con decreto del Direttore dell'Istituzione e reso pubblico anche per via telematica, in conformità a quanto previsto dall'art.10, comma 2 del D.P.R. 8 luglio 2005, n.212.

Roma, 8 marzo 2013

Il DIRETTORE GENERALE
f.to Giorgio Bruno Civello