Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Avviso 4 luglio 2014, protocollo n.4264

Graduatorie nazionali legge 143, scelta delle sedi


Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Protocollo: n.4264

AVVISO

OGGETTO: SCELTA DELLE SEDI AI FINI DEL CONFERIMENTO DI INCARICHI A TEMPO INDETERMINATO: GRADUATORIE NAZIONALI LEGGE 143/2004 COME MODIFICATA DAL D.L. N.104 DEL 12-9-2013 CONVERTITO IN LEGGE N.128/2013 ART.19 COMMA 1. ANNO ACCADEMICO 2013/2014.

 

Le graduatorie nazionali formulate ai sensi della legge 143/04 sono attualmente utili, in virtù del decreto legge n.104/2013 convertito dalla legge 128/2013,  per l'attribuzione di incarichi a tempo indeterminato, in subordine alle preesistenti graduatorie.
Il Ministero dell'Economia e Finanze ha autorizzato 276 assunzioni di cui 22 relative ai docenti già individuati dalle graduatorie nazionali ad esaurimento e per esami e titoli e le  restanti 254 ai docenti che sono inseriti nelle graduatorie formate ai sensi della legge 143.
Pertanto, i candidati che si trovino in posizione utile per il conferimento  dell'incarico a tempo indeterminato, possono effettuare la scelta delle sedi dei Conservatori e delle Accademie secondo le consuete modalità, presso una qualsiasi sede di Accademia,  di Conservatorio di musica o Istituto Musicale pareggiato dalle ore 10,00 del 7 luglio alle ore 15,00 del 14 luglio 2014.
In caso di comprovato impedimento è ammessa l'espressione della scelta su delega dell'interessato, da parte di persona munita di fotocopia di valido documento di identità dell'avente titolo.
La scheda informatica riporterà l'indicazione delle sedi ove sono vacanti le cattedre  da destinare ad incarico a tempo indeterminato risultanti al 1^ novembre 2013, accanto alle quali dovrà essere digitato l'ordine di preferenza.Dopo la compilazione, la scheda dovrà essere stampata e sottoscritta dall'interessato o dal delegato.
Si raccomanda di verificare i dati anagrafici e i recapiti, nonché di  fornire ogni altra indicazione  richiesta nella scheda stessa.
La mancata espressione delle preferenze non comporta la decadenza dal diritto al conferimento dell'incarico a tempo indeterminato ma soltanto, sulla base della posizione occupata nella graduatoria, l'assegnazione d'ufficio di una delle sedi residue tenendo conto della viciniorietà  alla residenza.
Al fine di facilitare ed accelerare l'individuazione del destinatario dell'incarico si auspica che gli interessati alla procedura partecipino alle operazioni di scelta delle sedi; coloro  che non sono interessati all'incarico, sono pregati di darne comunicazione, allegando la copia di un documento di riconoscimento, all'indirizzo di posta elettronica direzionegenerale.afam@miur.it entro la scadenza del termine previsto per la scelta delle sedi.
Si fa presente che la mancata accettazione dell'incarico a tempo indeterminato nonché la mancata assunzione del servizio, in assenza di oggettivo impedimento, con l'inizio dell'anno accademico 2014-15 determina la decadenza dall'incarico conferito e, conseguentemente, la cancellazione dalla graduatoria dell'insegnamento per il quale la nomina è stata conferita.
Considerato che le assunzioni autorizzate sono 254 pari in percentuale al 48% degli aventi titolo collocati nelle graduatorie di cui alla legge 143, si è proceduto a determinare per ogni singolo insegnamento il numero dei posti spettanti in tale percentuale.

La determinazione dei posti da attribuire a ciascuna graduatoria è indicata nell'allegato prospetto A) nel quale sono riportati per ogni disciplina i posti vacanti destinati agli incarichi a tempo indeterminato e  i candidati aventi titolo; nel numero non si è tenuto conto di coloro che sono inseriti con riserva né di coloro che sono già di ruolo per lo stesso insegnamento nei Conservatori e nelle Accademie.

Si è invece tenuto conto dei candidati già di ruolo in altro insegnamento o in  altra fascia ancorchè superiore e dei candidati già di ruolo per lo stesso insegnamento negli Istituti musicali pareggiati.
La percentuale del 48%, in presenza di decimali superiori allo 0,5, è stata arrotondata per eccesso; è stata invece arrotondata per difetto in presenza di decimali inferiori allo 0,5.

Considerato che da detto arrotondamento il numero delle assunzioni risulta essere di  235 unità , inferiore quindi di 19 unità rispetto al numero di 254 assunzioni  consentite si è ritenuto, in accordo con le OO.SS., di ridistribuire tali ulteriori unità seguendo il criterio matematico dell'arrotondamento all'unità per eccesso delle graduatorie che via via, in ordine decrescente presentino come decimale una maggiore prossimità allo 0,5.
In caso di parità di decimale viene data la precedenza alla graduatoria relativa all'insegnamento con il maggior numero di posti vacanti.
Il numero dei posti di riserva ai sensi della legge n.68/99 e successive modifiche ed integrazioni è indicato nel prospetto allegato B) per i soli insegnamenti per i quali risulta una quota di riserva.

Alla conclusione della prima assegnazione delle sedi, tenendo conto delle rinunce  si provvederà d'ufficio ad ottimizzare l'assegnazione stessa, sempre sulla base della posizione occupata nella graduatoria e secondo le preferenze espresse nella scelta delle sedi.

Al termine della procedura di ottimizzazione, qualora risultino ulteriori sedi di rinuncia, queste veranno attribuite a scorrimento della relativa graduatoria.
Nel caso si esauriscano alcune graduatorie le disponibilità residue di assunzioni autorizzate  saranno redistribuite con gli stessi criteri matematici illustrati in precedenza.

Terminata la procedura della scelta delle sedi saranno individuati gli aventi titolo all'incarico collocati in posizione utile con l'attribuzione della sede di servizio e ne sarà data comunicazione telegrafica agli interessati e contemporanea pubblicità sul sito http://afam.miur.it.

Con l'interpello telegrafico saranno indicate le modalità  e i tempi per la sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.
Nel far riserva di eventuali ulteriori indicazioni, si conferma che l'assunzione in servizio dovrà avvenire nelle sedi assegnate con l'inizio dell'anno accademico 2014-2015.
Il presente avviso è pubblicato sui siti Internet www.miur.it (home page e personale docente) e http://afam.miur.it

Roma, 4 luglio 2014

IL CAPO DIPARTIMENTO
Firmato Prof. Marco Mancini