Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Direttoriale 5 agosto 2015 n. 1840

Avviso Smart Cities Nazionali (DD 391/Ric. 2012) - Decreto di rettifica per il progetto SCN_00467 abbinato al progetto SIN_00611 di cui al Prot. 1840 del 5 agosto 2015

In attesa di registrazione della corte dei conti

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca
Direzione generale per il coordinamento, la promozione e la valorizzazione della ricerca
IL DIRETTORE GENERALE

VISTO il Decreto-Legge del 16 maggio 2008 n. 85 recante "Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'articolo 1, commi 376 e 377, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244", convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008, n. 121;

VISTO il D.P.C.M. 6 agosto 2008 recante "Ricognizione, in via amministrativa delle strutture trasferite al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca", ai sensi dell'articolo 1, comma 8, del decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008, n. 121;

VISTO il D.P.C.M 11 febbraio 2014 n.98 recante il "Regolamento di organizzazione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca";

VISTO il D.M.  n. 753 del 26 settembre 2014 recante "Individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale dell'Amministrazione centrale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca";

VISTO il Decreto Legislativo del 14 marzo 2013 n. 33  recante "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e ss.mm.ii.;

VISTA la Legge 14 gennaio 1994, n. 20 e ss.mm.ii. recante: "Disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei Conti";

VISTI i Codici Unici di Progetto (CUP) di cui all'art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3;

VISTO il D. Lgs. 27 luglio 1999 n. 297 e ss.mm.ii. recante il "Riordino della disciplina e snellimento delle procedure per il sostegno della ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione delle tecnologie, per la mobilità dei ricercatori" e in particolare l'art. 5 che prevede l'istituzione del Fondo Agevolazioni alla Ricerca (FAR);

VISTO il Decreto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca dell'8 agosto 2000 n. 593, recante "Modalità procedurali per la concessione delle agevolazioni previste dal D. Lgs. 27 luglio 1999 n. 297" e ss.mm.ii. nonché il D.M. del 6 dicembre 2005 n. 32445/Ric.  recante "Adeguamento alla Disciplina Comunitaria dei criteri di individuazione delle piccole e medie imprese" ed il  D.M. del 2 gennaio 2008 n. prot. Gab./4 recante "Adeguamento delle disposizioni del D.M. 593/2000 alla disciplina comunitaria sugli aiuti di stato alla ricerca, sviluppo ed innovazione di cui alla Comunicazione 2006/C 323/01";

VISTO il Decreto n. 90402 del 10 ottobre 2003 del Ministero dell'Economia e delle Finanze recante "Criteri e modalità di concessione delle agevolazioni previste dagli interventi a valere sul Fondo per le agevolazioni alla ricerca (FAR)" e ss.mm.ii.;

VISTO il D.L. del 22 giugno 2012, n. 83 convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 134  recante "Misure urgenti per la crescita del Paese", capo IX "Misure per la ricerca scientifica e tecnologica";

VISTO il Decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca del 19 febbraio 2013 n. 115, registrato alla Corte dei Conti in data 13 maggio 2013 reg. 6 foglio n. 118 recante disposizioni attuative come previste ai sensi dell'art. 62 del medesimo decreto legge 22 giugno 2012 n. 83;

VISTO il Decreto Direttoriale 19 aprile 2013 n. 723  recante lo "Schema di garanzia a prima richiesta", utilizzabile per gli anticipi a valere su fondi FAR;

VISTO il Decreto Ministeriale 22 maggio 2012 n. 362/Ric., come registrato dalla Corte dei Conti in data 28 giugno 2012, Reg. 10 foglio 137, con il quale il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, ai sensi dell'articolo 12 comma 1 del richiamato DM n. 593/00, ha individuato la necessità di interventi nell'ambito "Smart Cities and Communities", relativamente all'intero territorio nazionale, con una conseguente allocazione di risorse a valere sul Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR) pari a 655,5 milioni di Euro per gli anni 2010 e 2011;

VISTO l'Avviso per la presentazione delle Idee progettuali per Smart cities and communities and Social Innovation per interventi e per lo sviluppo di città intelligenti su tutto il territorio nazionale, di cui al Decreto Direttoriale del 5 luglio 2012, prot. n. 391/Ric. finalizzato a introdurre innovazioni attraverso progetti di ricerca fortemente innovativi e ss.mm.ii.;

VISTO il Decreto Direttoriale 8 febbraio 2013, n. 231/Ric. con cui è stata istituita la Commissione di valutazione delle Idee Progettuali e dei Progetti di Innovazione Sociale per ciascuna area tecnologica innovativa la cui composizione è stata successivamente integrata con il Decreto Direttoriale 13 febbraio 2013, n. 256/Ric. ed il  Decreto Direttoriale 15 febbraio 2013, n.285/Ric.;

VISTI i Decreti Direttoriali del 28 febbraio 2013 n. 370 e del 14 marzo 2013 n. 468, recanti l'approvazione delle Idee Progettuali ammesse alla presentazione della progettazione esecutiva;

VISTI i Decreti Direttoriali del 28 febbraio 2013 n. 371 e del 24 giugno 2013 n. 1222, recanti l'approvazione dei  progetti di innovazione sociale;

VISTO il Decreto del Capo Dipartimento n. 2057 del 31 ottobre 2013 con cui è stata approvata la graduatoria per dei progetti esecutivi di ricerca ai quali sono stati abbinati i progetti di innovazione sociale come da Allegati 1 e 2 del medesimo provvedimento;

VISTI i  disciplinari del 2 dicembre 2013 n. 29735, n.  29743, n. 29708, n. 29745, n. 29747, n. 29707,  n. 29742,  n. 29738; del 3 dicembre 2013 n. 29739,  n. 29861, n. 29862, n. 29864, n. 29865,  n. 29867,  n. 29868,  n. 29869, n. 29870; del 5 dicembre 2013  n. 30124,  n. 30125, n. 30127;  del 6 dicembre 2013 n. 30253; del 10 dicembre 2013 n. 30355, n. 30366; del 13 dicembre 2013 n. 30690,  relativi alla nomina degli Esperti tecnico-scientifici incaricati per l'attività di valutazione in itinere comprensiva della rideterminazione dei costi progettuali;

PRESO ATTO degli esiti delle valutazioni in itinere comprensive della rideterminazione dei costi progettuali effettuate dagli Esperti tecnico-scientifici;

VISTO il Decreto Direttoriale del 13 febbraio 2014 n. 428 (registrato dalla Corte dei Conti in data 11 settembre 2014, foglio 4082), con cui sono stati approvati definitivamente i progetti ammessi alle agevolazioni come da graduatorie approvate con  Decreto del Capo Dipartimento n. 2057/Ric. del 31 ottobre 2013, con la relativa ripartizione dei costi a seguito della rideterminazione dei costi progettuali effettuata dagli Esperti tecnico-scientifici;

VISTO il Decreto di concessione del 15 maggio 2014 avente prot. 1730/Ric. come registrato alla Corte dei Conti in data 11 settembre 2014 al foglio 4085 relativo al progetto SCN_00467 e al collegato progetto di innovazione sociale di cui al codice SIN_00611;

VISTA la nota del 26 marzo 2015 prot. n. 15668 con la  quale i beneficiari dei suindicati progetti di ricerca SCN_00467 e di innovazione sociale SIN_00611 abbinato, hanno presentato la rimodulazione delle attività e dei costi del progetto complessivo;

PRESO ATTO dell'esito del supplemento istruttorio comprensivo della rideterminazione dei costi progettuali effettuato dagli Esperti tecnico-scientifici come da nota prot. 10261 del 2 aprile 2015;

PRESO ATTO di un mero errore materiale rinvenuto al comma 1 dell'art. 3 del Decreto di concessione del 15 maggio 2014 prot. 1730/Ric. con riferimento alla possibilità di una anticipazione nella misura del 30% (trentapercento) riferibile unicamente all'importo ammesso a finanziamento quale "contributo alla spesa" in luogo dell'importo ammesso a finanziamento per l'intervento concesso come previsto dall'art. 5 comma 35 del D.M. 593/00;

CONSIDERATO che la società "APRA PROGETTI S.r.l." facente parte della compagine dei soggetti beneficiari delle agevolazioni concesse al progetto SCN_00467 è stata trasformata in "APRA S.p.A." avente medesima sede legale ma differente Codice Fiscale (02043510425), come da comunicazione del 3 luglio 2014;

PRESO ATTO dell'esito positivo del supplemento istruttorio reso dall'Istituto convenzionato Mediocredito Italiano S.p.A. con nota prot. 9640 del 6 maggio 2015;

CONSIDERATA la necessità di dover procedere ad una rettifica del Decreto di concessione del  15 maggio 2014 avente prot. 1730/Ric.;

Tutto quanto ciò premesso e considerato,

DECRETA

Articolo 1

1. Di prendere atto della variazione della denominazione sociale della APRA PROGETTI S.r.l. beneficiaria delle agevolazioni di cui al Decreto Direttoriale prot. 1730/Ric. del 15 maggio 2014, in APRA S.p.A. avente medesima sede legale ma differente Codice Fiscale (02043510425).

2. Il comma 1 dell'art. 1 del Decreto Direttoriale di concessione prot. 1730/Ric. del 15 maggio 2014 è modificato come segue:

"Il progetto di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e formazione, di cui alla domanda di agevolazione contrassegnata dal codice identificativo SCN_00467 dal titolo "OPEN CITY PLATFORM" presentato dai soggetti beneficiari:

-          APRA S.P.A.

-          E-LINKING ONLINE SYSTEMS S.R.L.

-          ESALAB S.R.L.

-          ETT S.R.L.

-          FILIPPETTI S.P.A.

-          HALLEY INFORMATICA S.R.L.

-          ITALSOFT S.R.L.

-          JEF S.R.L.

-          SEDA S.P.A - GRUPPO KGS

-          PLUSERVICE S.R.L.

-          LASCAUX S.R.L.

-          PHOOPS S.R.L.

-          3D INFORMATICA S.R.L.

-          SISTEMI TERRITORIALI S.R.L.

-          SINED S.R.L.

-          MAGGIOLI S.P.A.

-          ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

-          UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAMERINO

-          ALMAVIVA THE ITALIAN INNOVATION COMPANY S.P.A.

-          SANTER REPLY S.P.A.

è ammesso al finanziamento ai sensi delle normative e degli atti amministrativi citati in premessa, unitamente al  progetto SIN_00611 dal titolo "ICT4CITIZEN", presentato dai soggetti beneficiari:

-          Albanese Catena

-          Buonanno Maria Grazia

-          Parisi Eduardo

-          Pozzi Federico Alberto

nelle forme, misure, modalità e condizioni previste dagli stessi ed indicate nell'Allegato - Scheda costi e agevolazioni, parte integrante e sostanziale del presente decreto."

Articolo 2

L'art. 2 del Decreto Direttoriale di concessione prot. 1730/Ric. del 15 maggio 2014 è modificato come segue:

"1. Le risorse destinate per il progetto di cui all'art. 1 del presente decreto sono determinate complessivamente in:

-          per quanto di competenza del soggetto beneficiario SCN_00467: euro 10.979.787,40  di cui euro 5.387.381,24 in forma di contributo alla spesa ed euro 5.592.406,16 in forma di credito agevolato,

-          per quanto di competenza del soggetto beneficiario SIN_00611: euro 138.440,00 in forma di contributo alla spesa,

a valere sulle disponibilità del FAR .

2. Le agevolazioni di cui al precedente comma 1 sono subordinate all'acquisizione della certificazione antimafia ai sensi del D. Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 nei casi previsti dalla legge. ".

 

Articolo 3

 

Il comma 1 dell'art. 3 Decreto Direttoriale di concessione prot. 1730/Ric. del 15 maggio 2014 è modificato come segue:

"1. Ai sensi del comma 35 dell'articolo 5 del D.M. 8 agosto 2000, n. 593 è data facoltà ai soggetti proponenti del progetto SCN_00467, siano essi privati o pubblici, di richiedere una anticipazione fino ad un massimo del 30% (trentapercento) dell'agevolazione concessa. Ove detta anticipazione sia concessa a soggetti privati, la stessa dovrà essere assistita da garanzia a prima richiesta per pari importo, conforme allo schema approvato con D.D. 19 aprile 2013 n. 723. Le restanti quote saranno regolamentate da successivo disciplinare.".

Articolo 4

 

1. Le disposizioni  contenute nella "Scheda  costi e agevolazioni" allegata al Decreto Direttoriale di concessione prot. 1730/Ric. del 15 maggio 2014 sono annullate e sostituite dalla "Scheda costi e agevolazioni" allegata al presente decreto, la quale ne forma parte integrante e sostanziale.

2. I Codici Unici di Progetto (CUP) riferiti ai singoli beneficiari che si allegano al presente Decreto, formandone parte integrante e sostanziale, sostituiscono i CUP allegati al Decreto Direttoriale di concessione  prot. 1730/Ric. del 15 maggio 2014.

3. . Per tutto quanto non espressamente specificato nel presente decreto, si osservano le disposizioni contenute nel Decreto Direttoriale di concessione prot. 1730/Ric. del 15 maggio 2014.

 

Il  presente decreto sarà trasmesso ai competenti Organi di controllo per i seguiti di competenza e sarà pubblicato nelle rituali forme di legge.

In attesa di registrazione della corte dei conti
Roma, 5 agosto 2015

IL DIRETTORE GENERALE

(Dott. Vincenzo DI FELICE)