Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Direttoriale 27 aprile 2016 n. 780

Avviso Smart Cities Nazionali - Decreto di rettifica del progetto SCN_00064

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER LA FORMAZIONE SUPERIORE E LA RICERCA

DIREZIONE GENERALE PER IL COORDINAMENTO, LA PROMOZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELLA RICERCA

IL DIRETTORE GENERALE

 

VISTO il Decreto-Legge del 16 maggio 2008 n. 85 recante "Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'articolo 1, commi 376 e 377, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244", convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008 n. 121;

VISTO il D.P.C.M. 6 agosto 2008 recante "Ricognizione in via amministrativa delle strutture trasferite al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca", ai sensi dell'articolo 1, comma 8, del decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008 n. 121;

VISTO il D.P.C.M 11 febbraio 2014 n.98 recante il "Regolamento di organizzazione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca";

VISTO il D.M.  n. 753 del 26 settembre 2014 recante "Individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale dell'Amministrazione centrale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca";

VISTO il Decreto Legislativo del 14 marzo 2013 n. 33  recante "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e ss.mm.ii.;

VISTA la Legge 14 gennaio 1994 n. 20 e ss.mm.ii. recante: "Disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei Conti";

VISTI i Codici Unici di Progetto (CUP) di cui all'art. 11 della Legge 16 gennaio 2003 n. 3;

VISTO il D. Lgs. 27 luglio 1999 n. 297 e ss.mm.ii.recante il "Riordino della disciplina e snellimento delle procedure per il sostegno della ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione delle tecnologie, per la mobilità dei ricercatori" e in particolare l'art. 5 che prevede l'istituzione del Fondo Agevolazioni alla Ricerca (FAR);

VISTO il Decreto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca dell'8 agosto 2000 n. 593, recante "Modalità procedurali per la concessione delle agevolazioni previste dal D. Lgs. 27 luglio 1999 n. 297" e ss.mm.ii. nonché il D.M. del 6 dicembre 2005 n. 32445/Ric.  recante "Adeguamento alla Disciplina Comunitaria dei criteri di individuazione delle piccole e medie imprese" ed il  D.M. del 2 gennaio 2008 n. prot. Gab./4 recante "Adeguamento delle disposizioni del D.M. 593/2000 alla disciplina comunitaria sugli aiuti di stato alla ricerca, sviluppo ed innovazione di cui alla Comunicazione 2006/C 323/01";

VISTO il Decreto n. 90402 del 10 ottobre 2003 del Ministero dell'Economia e delle Finanze recante "Criteri e modalità di concessione delle agevolazioni previste dagli interventi a valere sul Fondo per le agevolazioni alla ricerca (FAR)" e ss.mm.ii.;

VISTO il D.L. del 22 giugno 2012, n. 83 convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 134  recante "Misure urgenti per la crescita del Paese", capo IX "Misure per la ricerca scientifica e tecnologica";

VISTO il Decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca del 19 febbraio 2013 n. 115, registrato alla Corte dei Conti in data 13 maggio 2013 reg. 6 foglio n. 118 recante disposizioni attuative come previste ai sensi dell'art. 62 del medesimo decreto legge 22 giugno 2012 n. 83;

VISTO il Decreto Direttoriale 19 aprile 2013 n. 723  recante lo "Schema di garanzia a prima richiesta", utilizzabile per gli anticipi a valere su fondi FAR;

VISTO il Decreto Ministeriale 22 maggio 2012 n. 362/Ric., come registrato dalla Corte dei Conti in data 28 giugno 2012, Reg. 10 foglio 137, con il quale il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, ai sensi dell'articolo 12 comma 1 del richiamato DM n. 593/00, ha individuato la necessità di interventi nell'ambito "Smart Cities and Communities", relativamente all'intero territorio nazionale, con una conseguente allocazione di risorse a valere sul Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR) pari a 655,5 milioni di Euro per gli anni 2010 e 2011;

VISTO l'Avviso per la presentazione delle Idee progettuali per Smart cities and communities and Social Innovation per interventi e per lo sviluppo di città intelligenti su tutto il territorio nazionale, di cui al Decreto Direttoriale del 5 luglio 2012, prot. n. 391/Ric. finalizzato a introdurre innovazioni attraverso progetti di ricerca fortemente innovativi e ss.mm.ii.;

VISTO il Decreto Direttoriale 8 febbraio 2013, n. 231/Ric. con cui è stata istituita la Commissione di valutazione delle Idee Progettuali e dei Progetti di Innovazione Sociale per ciascuna area tecnologica innovativa la cui composizione è stata successivamente integrata con il Decreto Direttoriale 13 febbraio 2013 n. 256/Ric. ed il  Decreto Direttoriale 15 febbraio 2013 n. 285/Ric.;

VISTI i Decreti Direttoriali del 28 febbraio 2013 n. 370 e del 14 marzo 2013 n. 468, recanti l'approvazione delle Idee Progettuali ammesse alla presentazione della progettazione esecutiva;

VISTI i Decreti Direttoriali del 28 febbraio 2013 n. 371 e del 24 giugno 2013 n. 1222, recanti l'approvazione dei  progetti di innovazione sociale;

VISTO il Decreto del Capo Dipartimento n. 2057 del 31 ottobre 2013 con cui è stata approvata la graduatoria dei progetti esecutivi di ricerca ai quali sono stati abbinati i progetti di innovazione sociale come da Allegati 1 e 2 del medesimo provvedimento;

VISTI i disciplinari del 2 dicembre 2013 n. 29735, n.  29743, n. 29708, n. 29745, n. 29747, n. 29707,  n. 29742,  n. 29738; del 3 dicembre 2013 n. 29739,  n. 29861, n. 29862, n. 29864, n. 29865,  n. 29867,  n. 29868,  n. 29869, n. 29870; del 5 dicembre 2013  n. 30124,  n. 30125, n. 30127;  del 6 dicembre 2013 n. 30253; del 10 dicembre 2013 n. 30355, n. 30366; del 13 dicembre 2013 n. 30690,  relativi alla nomina degli Esperti tecnico-scientifici incaricati per l'attività di valutazione in itinere comprensiva della rideterminazione dei costi progettuali;

PRESO ATTO degli esiti delle valutazioni in itinere comprensive della rideterminazione dei costi progettuali effettuate dagli Esperti tecnico-scientifici;

VISTO il Decreto Direttoriale del 13 febbraio 2014 n. 428 (registrato dalla Corte dei Conti in data 11 settembre 2014, foglio 4082), con cui sono stati approvati definitivamente i progetti ammessi alle agevolazioni come da graduatorie approvate con  Decreto del Capo Dipartimento n. 2057/Ric. del 31 ottobre 2013, con la relativa ripartizione dei costi a seguito della rideterminazione dei costi progettuali effettuata dagli Esperti tecnico-scientifici;

VISTO il Decreto di concessione del 15 maggio 2014 avente prot. n. 1728/Ric. come registrato alla Corte dei Conti in data 11 settembre 2014 al foglio n. 4097 relativo al progetto di ricerca  avente codice SCN_00064 ed al progetto di innovazione sociale a questi abbinato avente codice SIN_00383;

VISTA la comunicazione del 17 marzo 2015 prot. 13421 con la quale i beneficiari dei suindicati progetti di ricerca SCN_00064 e innovazione sociale SIN_00383 a questi abbinato, hanno presentato la rimodulazione delle attività e dei costi del progetto;

PRESO ATTO dell'esito del supplemento istruttorio comprensivo della rideterminazione dei costi progettuali effettuato dagli Esperti tecnico-scientifici come da nota del  31 marzo 2015 prot. 13580 del 3 luglio 2015;

PRESO ATTO di un mero errore materiale rinvenuto al comma 1 dell'art. 3 del Decreto di concessione del 15 maggio 2014 prot. 1728/Ric. con riferimento alla possibilità di una anticipazione nella misura del 30% (trentapercento) riferibile unicamente all'importo ammesso a finanziamento quale "contributo alla spesa" in luogo dell'importo ammesso a finanziamento per l'intervento concesso come previsto dall'art. 5 comma 35 del D.M. 593/00;

VISTO il Decreto di rettifica del 5 agosto 2015 avente prot. n. 1839 come registrato alla Corte dei Conti in data 25 settembre 2015 al foglio n. 3956 attraverso cui si prende atto della rimodulazione dei costi progettuali dei suindicati progetti di ricerca SCN_00064 e di innovazione sociale SIN_00383 a questi abbinato, oltre che a prendere atto della fusione per incorporazione delle società "Selex Elsag Cyberlabs S.r.l." ed "E-Security S.r.l.", entrambi soggetti beneficiari, nella società "Selex ES S.p.A.;

PRESO ATTO della nota pervenuta dall'Istituto convenzionato MedioCredito Centrale S.p.A., prot. n. 24407 del 19 novembre 2015, con la quale sono state segnalate due operazioni societarie, effettuate successivamente all'approvazione del capitolato del progetto, dal soggetto beneficiario "Telecom Italia S.p.A.", che non inficiano le attività di ricerca e formazione previste nel progetto SCN_00064;

VISTA la nota dagli esperti tecnico scientifici, prot. n. 25333 del 1 dicembre 2015, con le quali è stata valutata positivamente la permanenza, a seguito delle variazioni societarie della proponente "Telecom Italia S.p.A.", delle condizioni tecniche per il prosieguo dell'iniziativa;

VISTA la nota pervenuta dall'Istituto convenzionato MedioCredito Centrale S.p.A., prot. n. 2805 del 15 febbraio 2016, con la quale è stata segnalata la variazione societaria intervenuta successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione riguardo al soggetto beneficiario "Digicom S.p.A.";

PRESO ATTO che, nella sopracitata nota, l'Istituto convenzionato MedioCredito Centrale S.p.A. ha rappresentato di non ravvisare motivi ostativi al proseguimento dell'iniziativa in capo al nuovo Soggetto;

CONSIDERATO che la società "Digicom S.p.A." facente parte della compagine dei soggetti beneficiari delle agevolazioni concesse al progetto SCN_00064, in qualità di unico socio della "Digicom LTC S.r.l.", ha partecipato all'aumento di capitale di quest'ultima conferendo alla stessa il ramo d'azienda avente ad oggetto l'attività di studio e progettazione, ideazione, costruzione, installazione e commercio di apparecchiature e sistemi elettronici;

CONSIDERATO che, a seguito dell'aumento del capitale e del conferimento del ramo d'azienda, la "Digicom LTC S.r.l." ha variato la forma giuridica da Società a responsabilità limitata a Società per azioni, modificando conseguentemente la ragione sociale in "Digicom S.p.A.";

CONSIDERATO che la cessionaria "Digicom S.p.A." (C.F. 03488160122) è a conoscenza degli obblighi che derivano dal subentro nella titolarità dell'agevolazione per il progetto SCN_00064 e che la cedente "Digicom S.p.A.", oggi "Immobiliare Digicom S.p.A." (C.F. 00608660122), ha dichiarato di non avere diritti residui sulle attività e sulle agevolazioni trasferite;

VISTA la nota n. 4536 del 9 marzo 2016 con la quale Finmeccanica S.p.A. comunicava al MIUR il suo nuovo riassetto organizzativo con efficacia a partire dal 1 gennaio 2016, attuato con l'accorpamento delle società del gruppo tra le quali risulta anche la società "Selex ES S.p.A.", che rappresenta uno dei soggetti beneficiari del progetto SCN_00064;

PRESO ATTO della nota pervenuta dall'Istituto convenzionato MedioCredito Centrale S.p.A., prot. n. 6852 del 14 aprile 2016, con la quale il predetto Istituto dichiara che, a seguito della soprariportata operazione di accorpamento del soggetto "Selex ES S.p.A." in Finmeccanica S.p.A., non si ravvisano motivi ostativi al proseguimento del progetto SCN_00064;

VISTA la nota dagli esperti tecnico scientifici, prot. n. 6739 del 13 aprile 2016 con la quale, a seguito del suddetto accorpamento societario da parte di Finmeccanica S.p.A., è stata valutata positivamente la permanenza delle condizioni tecniche per il prosieguo dell'iniziativa in parola;

PRESO ATTO della nota pervenuta dall'Istituto convenzionato MedioCredito Centrale S.p.A., prot. n. 7022 del 18 aprile 2016, con la quale il predetto Istituto dichiara che le operazioni societarie effettuate con atto pubblico dell'8 marzo 2016 da parte del proponente "Telecom Italia S.p.A." non inficiano le attività di ricerca e formazione previste nel progetto SCN_00064;

CONSIDERATA la necessità di dover procedere ad una rettifica del Decreto di concessione del 15 maggio 2014 avente prot. n. 1728/ric. e del successivo Decreto di rettifica del 5 agosto 2015 avente prot. n. 1839;

Tutto quanto ciò premesso e considerato,

DECRETA

Articolo 1

1. Di prendere atto del conferimento di ramo di azienda da parte del soggetto beneficiario "Digicom S.p.A." alla società "Digicom LTC S.r.l." che, a seguito di successivo aumento del capitale, ha variato la forma giuridica da Società a responsabilità limitata a Società per azioni, modificando conseguentemente la ragione sociale in "Digicom S.p.A."; si riportano di seguito i necessari riferimenti del soggetto beneficiario ai fini giuridico-amministrativi:

Digicom S.p.A.
Iscritta al Registro delle Imprese di Varese C.F. e P.IVA 03488160122
Sede legale: Cardano al Campo (VA), Via Alessandro Volta, n. 39 - CAP 21010

2. Di prendere atto del nuovo assetto organizzativo, a partire dal 1 gennaio 2016, di Finmeccanica S.p.A. con il relativo accorpamento delle società del gruppo tra le quali è ricompresa anche la società "Selex ES S.p.A." che  rappresenta uno dei soggetti beneficiari del progetto SCN_00064; al riguardo si riportano di seguito i necessari riferimenti del soggetto beneficiario ai fini giuridico-amministrativi:

Finmeccanica S.p.A.
Iscritta al Registro delle Imprese di Roma C.F. e P.IVA 00401990585
Sede legale: Piazza Monte Grappa, 4 - 00195, Roma

 

3. Restano ferme tutte le disposizioni contenute nel Decreto di concessione del 15 maggio 2014 avente prot. n. 1728/Ric., successivamente modificato con Decreto di rettifica del 5 agosto 2015 avente prot. n. 1839.

Articolo 2

1. Il presente decreto non comporta variazioni di impegno di spesa né in aumento né in diminuzione e, pertanto, non viene sottoposto al controllo della Corte dei Conti.

2. Il presente decreto è pubblicato secondo le forme di legge.

Roma, 27 aprile 2016

IL DIRETTORE GENERALE
(Dott. Vincenzo DI FELICE)