Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Direttoriale 16 settembre 2016 n. 1790

Rettifica delle agevolazioni concesse alla AVIO SpA per il progetto n. 10480

Emblema Repubblica Italiana
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Dipartimento per la Formazione Superiore e la Ricerca

Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca

Ufficio II

IL DIRETTORE GENERALE

 

VISTO il decreto legge 16 maggio 2008, n. 85, convertito con modificazioni dalla legge  14 luglio 2008, n. 121, recante "Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'articolo 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244" e ss.mm.ii.;

 

VISTO  il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 febbraio 2014, n. 98, recante "Regolamento di organizzazione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca" e ss.mm.ii.;

 

VISTO il decreto ministeriale n. 753 del 26 settembre 2014, pubblicato nel supplemento ordinario n. 19 alla Gazzetta Ufficiale n. 91 del 20 aprile 2015, recante "Individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale dell'Amministrazione Centrale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca", in particolare l'Allegato 1 - punto 3 che stabilisce che è l'ufficio II della Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca competente in  materia di "Incentivazione e sostegno alla competitività del sistema produttivo privato e del pubblico/privato in ambito nazionale e internazionale";

VISTO il decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 297, relativo a "Riordino della disciplina  e  snellimento delle procedure per il sostegno della ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione delle tecnologie, per la mobilità dei ricercatori" e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto ministeriale 8 agosto 2000, n. 593, "Modalità procedurali  per  la   concessione delle agevolazioni previste dal decreto legislativo 27 luglio 1999 n. 297" e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto ministeriale 10 ottobre 2003, n. 90402, del Ministro dell'Economia e Finanze d'intesa con il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, recante "Criteri e modalità di concessione delle agevolazioni previste dagli interventi a valere sul Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR)" e ss.mm.ii.;

VISTA la legge 27 dicembre 2006 n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato", ed in particolare l'art. 1, commi 870-874, istituente il Fondo Investimenti Ricerca Scientifica e Tecnologica (FIRST) e ss.mm.ii.;

VISTO  il decreto legge 1° ottobre 2007, n. 159, convertito dalla legge 29 novembre 2007 n. 222, recante "Interventi urgenti in materia economico-finanziaria, per lo sviluppo e l'equità sociale", ed in particolare l'art. 13 (Disposizioni concernenti  il  sostegno  ai  progetti  di  ricerca  e l'Agenzia della formazione) e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto ministeriale 2 gennaio 2008, prot. Gab/4, recante: "Adeguamento delle disposizioni del decreto ministeriale 8 agosto 2000 n. 593 alla Disciplina Comunitaria sugli Aiuti di Stato alla Ricerca, Sviluppo ed Innovazione di cui alla Comunicazione 2006/C 323/01" e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 aprile 2012, n. 35, recante "Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo", ed in particolare l'art. 30 (Misure di semplificazione in materia di ricerca internazionale  e  di ricerca industriale) e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, "Misure urgenti per la crescita del Paese", ed in particolare gli artt. 60-64 del Capo IX (Misure per la ricerca scientifica e tecnologica) e ss.mm.ii.

VISTO il decreto ministeriale 19 febbraio 2013, n. 115, "Modalità di utilizzo e gestione del FIRST - Fondo per gli Investimenti nella Ricerca Scientifica e Tecnologica. Disposizioni procedurali per la concessione delle agevolazioni a valere sulle relative risorse finanziarie, a norma degli articoli 60, 61, 62 e 63 del decreto legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134", ed in particolare, l'art. 11 (Disposizioni transitorie e finali) e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto legge 21 giugno 2013 n. 69, convertito in legge 9 agosto 2013, n. 98, "Misure in materia di istruzione, università e ricerca", ed in particolare, l'art. 57 (Interventi straordinari a favore della ricerca per lo sviluppo del Paese) e ss.mm.ii.;

 

VISTA la domanda di agevolazione con codice identificativo 10480, presentata in data 10 agosto 2001, dalla AVIO SpA, ai sensi dell'art. 6 del decreto ministeriale 593/2000 ed i relativi esiti istruttori;

 

VISTO il decreto direttoriale del 21 giugno 2004, prot. 793, con il quale, in relazione alla predetta domanda, sono state concesse agevolazioni alla AVIO SpA, per un importo totale pari a € 13.792.030,75 nella sola forma di contributo nella spesa a fronte di un costo ammissibile pari a € 23.625.518,00;

 

CONSIDERATO        che il contratto di finanziamento è stato stipulato in data 28 ottobre 2004;

CONSIDERATO        che sono state effettuate erogazioni per un importo pari a € 4.137.609,22 nella sola forma di contributo nella spesa;

VISTO il decreto direttoriale del 21 settembre 2005, prot. 2092, con il quale, in relazione alla predetta domanda, è stata autorizzata la cointestazione del progetto con il CENTRO ITALIANO RICERCHE AEROSPAZIALI S.C.p.A. e pertanto sono state concesse agevolazioni alla AVIO SpA e al CENTRO ITALIANO RICERCHE AEROSPAZIALI S.C.p.A., per un importo totale pari a € 13.789.281,15 nella sola forma di contributo nella spesa a fronte di un costo ammissibile pari a € 23.625.518,00;

VISTA  la nota del 27 marzo 2007, con la quale il CENTRO ITALIANO RICERCHE AEROSPAZIALI S.C.p.A., ha comunicato la rinuncia al finanziamento;

VISTA la nota del 9 maggio 2012, prot. n. 2993, con la quale il Ministero invitava la AVIO SpA, a seguito dell'approvazione del capitolato tecnico da parte dell'esperto scientifico, a presentare, all'istituto convenzionato e all'esperto scientifico, tutta la documentazione necessaria all'aggiornamento delle valutazioni di pertinenza al fine di pervenire ad una completa valutazione e all'adozione di un nuovo provvedimento;

VISTA la nota del 18 luglio 2012, prot. n. 4607, con la quale il Ministero invitava l'istituto convenzionato e l'esperto scientifico ad effettuare una visita presso la AVIO SpA necessaria alla predisposizione del rendiconto e del rapporto tecnico finale da parte della proponente;

VISTA  la  nota  del 9 agosto 2016, pervenuta a mezzo mail, con la quale l'istituto convenzionato Mediocredito Italiano SpA, ha trasmesso le risultanze della verifica effettuata con la rideterminazione del costo ammissibile pari a € 7.059.833,72 e della durata della ricerca pari a 68 mesi;

VISTA  la legge 7 agosto 1990, n. 241, "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi" e ss.mm.ii;

VISTA la legge 14 gennaio 1994, n. 20, "Disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei Conti" e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche" e ss.mm.ii.;

VISTO il decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, e ss.mm.ii.;

VISTA la legge 6 novembre 2012, n. 190, "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione";

 

VISTO il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni";

 

VISTA la necessità di procedere alla relativa rettifica del decreto direttoriale del 21 giugno 2004, prot. 793 rettificato con decreto direttoriale del 21 settembre 2005, prot. 2092, relativamente al suddetto progetto;

D E C R E T A

Articolo unico

1.    Le disposizioni relative al progetto n. 10480, presentato dalla AVIO SpA, contenute nella scheda allegata all'art. 1 del decreto direttoriale del 21 giugno 2004, prot. 793 rettificato con decreto direttoriale del 21 settembre 2005, prot. 2092, sono sostituite dalle schede allegate al presente decreto.


2.    Le agevolazioni concesse risultano in capo alla sola AVIO SpA a seguito della rinuncia al finanziamento da parte del CENTRO ITALIANO RICERCHE AEROSPAZIALI S.C.p.A.

3.    Il contributo nella spesa concesso con decreto direttoriale del 21 giugno 2004, prot. 793 rettificato con decreto direttoriale del 21 settembre 2005, prot. 2092, per il progetto n. 10480 ora in capo alla sola AVIO SpA, per effetto del presente decreto, è conseguentemente diminuito di euro 9.903.511,48.

Restano ferme tutte le altre disposizioni dei predetti decreti direttoriali.

Il presente decreto è trasmesso  agli  organi  di  controllo  ed, all'esito positivo, pubblicato ai sensi di legge

 

Registrato dalla Corte dei Conti in data 14/11/2016 - reg. 4151
Roma, 16 settembre 2016

Dott. Vincenzo Di Felice