Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
 
 
Decreto Ministeriale 22 marzo 2017 n. 176

Realizzazione di interventi di edilizia e per l'acquisizione di attrezzature didattiche e strumentali di particolare rilevanza a favore delle Istituzioni statali AFAM – criteri di ripartizione anno 2017

Emblema Repubblica Italiana
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive modificazioni e integrazioni, relativo all'istituzione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca;

VISTA   la legge 21 dicembre 1999, n. 508, concernente la riforma delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (Istituzioni AFAM);

VISTA la legge 30 dicembre 2004, n. 311, concernente disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005), e in particolare l'articolo 1, comma 131, che autorizza, a decorrere dall'anno 2005, la spesa per la "realizzazione di interventi di edilizia e per l'acquisizione di attrezzature didattiche e strumentali di particolare rilevanza" a favore delle istituzioni di cui alla legge n. 508 del 1999;

VISTA la legge 11 dicembre 2016, n. 232, di approvazione del "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019";

VISTO il decreto del Ministro dell'economia e delle finanze n. 102065 del 27 dicembre 2016 recante  la "Ripartizione in capitoli delle unità di voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e per il  triennio 2017-2019";

VISTO lo stanziamento disponibile sul cap. 7312 "Interventi di edilizia ed acquisizione di attrezzature didattiche e strumentali" per l'esercizio finanziario 2017 pari ad  € 80.795;

RITENUTO necessario, anche in ragione dell'entità ridotta delle risorse, riservare le stesse solo per attrezzature didattiche e strumentali;

DECRETA

Art. 1

  • 1. Per il corrente esercizio finanziario 2017, le risorse a valere sull'autorizzazione di spesa di cui all'art. 1, comma 131, della L. 30 dicembre 2004, n. 311, pari complessivamente a 80.795 euro, sono attribuite ad interventi per attrezzature didattiche e strumentali di importo non superiore a 25 mila euro ciascuno.
  • 2. Le proposte sono presentate dalle Istituzioni statali AFAM di cui alla legge n. 508 del 1999, esclusivamente con modalità telematica, entro il 10 maggio 2017  e sono valutate dalla competente Direzione generale del Ministero, assumendo come ordine di priorità gli interventi  connessi ad allestimenti per rendere funzionali o ammodernare gli spazi destinati alla didattica, il ripristino di attrezzature e strumenti obsoleti o per i quali eventuali interventi di manutenzione ordinaria si rivelino oggettivamente impossibili o antieconomici, l'acquisto di attrezzature e strumenti nuovi per particolari esigenze didattiche. Nella individuazione degli interventi finanziabili sarà data priorità alle Istituzioni che nel biennio 2015-2016 non hanno beneficiato di interventi ministeriali per analoghe finalità.

Il presente decreto è trasmesso alla Corte dei conti per il controllo preventivo di legittimità e al competente Ufficio Centrale di Bilancio per il controllo preventivo di regolarità contabile.

Registrato presso la Corte dei Conti in data 14/4/2017 n. registrazione 1-521
Roma, 22 marzo 2017

IL MINISTRO
Sen. Valeria Fedeli



Decreto Direttoriale del 18 luglio  2017, n. 1775
"Ripartizione dello stanziamento previsto per "interventi di edilizia ed acquisizione di attrezzature didattiche e strumentali" - cap 7312 per l'anno 2017"

Cerca negli Atti Ministeriali